A sing of Affection

Tempo di lettura: 4 minuti
Yubisaki to Renren, recensione anime  di Shoujo Love

Titolo originale: Yubisaki to Renren
Categoria: Serie TV
Genere: School Life, Slice of Life, Romance
Serie Collegate: Nessuna
Tratto da: A Sign of Affection di Suu Morishita
Edito in Italia 🇮🇹
Rating: 💚 Adatto a tutti
Voto: 9

Trama

Yuki e Itsuomi, personaggi dell'anime Yubissaki to Renren
Yuki insegna il linguaggio dei segni a Itsuomi

Yuki Itose è una studentessa universitaria con deficit uditivo, il cui mondo è stato avvolto dal silenzio sin dalla nascita. Ha sempre vissuto nello stesso luogo e ha raramente interagito con gli altri, ad eccezione della sua migliore amica, Rin Fujishiro. Un giorno, durante il tragitto casa-lavoro sul treno, Yuki incontra Itsuomi Nagi che la salva da uno straniero che le stava chiedendo indicazioni.

Itsuomi ama viaggiare e grazie a questa sua passione conosce diverse lingue, inoltre frequenta la stessa università di Rin e Yuki. Inoltre, a differenza di molti altri, Itsuomi è solidale quando viene a conoscenza della disabilità di Yuki e questo, insieme alle sue esperienze all’estero, la affascina e commuove. Dopo la loro separazione, l’affetto di Yuki per Itsuomi comincia a crescere. Per entrambi, si apre un nuovo mondo mentre imparano a conoscere le diverse vite l’uno dell’altro.

Personaggi

Yuki Itose

Yuki Itose, personaggio dell'anime Yubissaki to Renren
Yuki Itose

Itsuomi Nagi

Itsuomi Nagi, personaggio dell'anime Yubisaki to Renren
Itsuomi Nagi

Rin Fujishiro

Rin Fujishiro, personaggio dell'anime Yubisaki to Renren
Rin Fujishiro

Kyouya Nagi

Kyouya Nagi, personaggio dell'anime Yubisaki to Renren
Kyouya Nagi

Oushi Ashioki

Oushi Ashioki, personaggio dell'anime Yubisaki to Renren
Oushi Ashioki

Shin Iryu

Shin Iryu, personaggio dell'anime Yubisaki to Renren
Shin Iryu

Ema/Emma Nakazono

Emma Nakazono, personaggio dell'anime Yubisaki to Renren
Ema/Emma Nakazono

Opinioni

A cura di Marin e Piripò

Storia: 9
Originalità: 9
Disegni: 9

⚠️ Le opinioni contengono spoiler

“Questo è il mio mondo. Un mondo in cui da quando sono nata, i suoni non esistono.”

Yubisaki to Renren è una commedia romantica e spensierata che dipinge la vita silenziosa di una dolce studentessa universitaria e il modo in cui un uomo che condivide il suo mondo inizia a cambiarla.

La storia è dolce, lenta e pura ma mai noiosa, concentrata su temi importanti come la disabilità uditiva della protagonista Yuki, una studentessa universitaria incerta e timida che ha sempre vissuto senza interagire molto col mondo esterno. Il suo è un globo privo di suoni, verso il quale nessuno, tranne la sua migliore amica Rin e il suo amico di sempre Oushi, si è mai avvicinato. Nonostante questo Yuki è anche una ragazza intraprendente che dimostra sicurezza in svariate occasioni. Si fa le giuste domande e si pone problemi in particolare quando il suo rapporto con Itsuomi inizierà a farsi più serio. Yuki ha costantemente affrontato diverse difficoltà a causa della mancanza di comprensione e accettazione da parte di alcune persone.

La monotona vita di Yuki difatti inizia a cambiare e a tingersi di colori grazie all’incontro con l’affascinante Itsuomi, dai capelli argentati, alto, spigliato e con una passione sfrenata per le lingue che, proprio per il suo interesse nelle altre culture che si avvicina a Yuki, curioso di scoprire un nuovo mondo, il suo mondo, quello della lingua dei segni. Senza timori, ma solo con il desiderio di conoscere senza pregiudizi, Itsuomi presta molta attenzione sia a Yuki che alla sua “disabilità”. La sordità di Yuki non è vista come una mancanza, ma come un qualcosa di normale.

Per il viaggiatore, il mondo di Yuki è semplicemente un altro modo di vivere; un altro modo in cui si può comunicare con altre persone. Itsuomi non vede Yuki come una persona disabile e non la tratta come tale. Si avvicina a lei in modo naturale e dolce, senza considerarla come “diversa” nonostante a volte appaia un pò troppo precipitoso.

Per entrambi i protagonisti, si apre un nuovo mondo mentre imparano a conoscere le diverse vite l’uno dell’altro. Tra i due si sviluppa, nel corso della storia, un amore da favola praticamente perfetto che supera ogni barriera, anche se forse manca un po’ di movimento e qualche racconto sul passato di Yuki e sulle difficoltà che ha avuto nella vita dato che la storia tratta un argomento molto delicato e particolare.

I personaggi sono tutti ben sviluppati, capaci di trasmettere ogni tipo di emozione, e le ambientazioni sono curate nei dettagli. Buona la caratterizzazione anche dei personaggi secondari che hanno un preciso ruolo nella storia e ne sono parte integrante. A partire da Rin sino ad arrivare a Emma e Shin.

Molto buono è il Character Design che ricorda moltissimo quello della versione cartacea ed il tratto delicato ed autentico di Suu Morishita. I colori utilizzati sono bellissimi, tenui e delicati, in sintonia con la storia stessa e la sua atmosfera. Le colonne sonore sono ricche di dettagli e riferimenti alle copertine dei manga, cosa molto apprezzata.

Questa trasposizione animata sa emozionare e suscitare le stesse sensazioni della prima lettura del manga. La delicatezza e la dolcezza con cui ogni scena viene trasposta permettono di immergersi ancora di più nel mondo di Yuki, facendoci empatizzare maggiormente con lei dandoci una maggiore consapevolezza della sordità e di come viene vista dalle persone. Un racconto di crescita e comprensione reciproca che ripercorre i primi cinque volumi del manga arrivando a darci un assaggio del primo capitolo del sesto volume. Un anime super raccomandato nonostante le scene finali presentate con l’ending diano una svolta repentina degli eventi per concludere la serie. In realtà le cose si sviluppano maggiormente con i giusti tempi.

Ma come sempre, nostre care lettrici e cari lettori, per comprendere appieno l’intera storia, che spazia dalle difficoltà di Yuki al passato di Itsuomi, e come soprattutto la loro relazione continua a evolversi, facendoci battere il cuore costantemente, è sempre consigliato – questa volta più che mai – leggere il manga. Solo così potremo sapere come il loro futuro si dipingerà. Viaggeranno insieme? Yuki vedrà il mondo colorato di Itsuomi? Rimarranno uniti fino al matrimonio e oltre? Ma anche come si svilupperà la storia d’amore di Rin? E Shin riuscirà a conquistare il cuore di Emma? Ricordiamoci sempre che l’anime è la trasposizione del manga e non sempre ci permette di avere il quadro completo della storia.

Anime Giapponese

Titolo originale: Yubisaki to Renren – A sing of Affection
Titolo Kanji: ゆびさきと恋々
Anno: 2024
Stato: Concluso, 12 episodi

Colonne Sonore

Soundtrack Giapponese

Opening

Yuki no ne (雪の音), dei Novelbright

Ending

Snowspring, dei ChoQMay


Credits

Co-Autore: Alla stesura dei testi di questo articolo ha collaborato Piripò.

Fonte consultata: Suu Morishita, Yubisaki to Renren- A sing of Affection, Ajia-do Animation Works, 2024

Summary
Article Name
A sing of Affection
Description
La recensione dell'anime A sing of Affection con trama, personaggi, opinioni, info anime giapponese e colonne sonore.
Author
Publisher Name
Shoujo Love
Publisher Logo

0 Commenti

Scrivi un commento, facci sapere la tua opinione 🙂

XHTML: Puoi usare i seguenti tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>