Autori Shoujo-love

Rental Magica

Itsuki Iba eredita dal padre la Astral, un’azienda tutta particolare, che noleggia maghi per risolvere i problemi della gente comune.

Leggi recensione

Takane & Hana

Per salvare il posto di lavoro del padre, Hana si trova costretta a uscire con l’odioso Takane. È l’inizio di una battaglia senza esclusione di colpi.

Leggi recensione

Countdown 7 days

Hanasuke Onigawara è morto… ma non lo sa finché non è Mitamura, un inquietante professore dell’aldilà, a rivelarglielo. Se vuole tornare in vita, deve riportare a Mitamura una studentessa che gli è sfuggita durante una gita sulla Terra.

Leggi recensione

Replica

Per noia, solo per noia Manji, detto Red Dog, una bodyguard prezzolata, si unisce a Karu per sterminare i Toys, giocattoli killer che attaccano gli esseri viventi…

Leggi recensione

4 shojo che “ruberanno” la tua attenzione

Tempo di lettura: 2 minuti

A volte è dura mantenere un segreto, ancora di più quando hai una doppia identità e sei ricercato in tutto il paese, sto parlando dei protagonisti di 4 manga, ladri più o meno altruistici, che convivono con i loro segreti.

Con questo articolo vorrei consigliarti 4 storie con protagonisti ladri e ladre, alcuni alla Robin Hood, si mascherano e rubano solo per far del bene, altri non possono farne proprio a meno, ed altri ancora sono un po’ più egoistici. Due figure che rispecchiano molto bene il ladro altruista sono Saint Tail di Megumi Tachikawa e Jeanne la ladra del vento divino di Arina Tanemura. Poi c’è chi fare il ladro ce l’ha nel “sangue” e non può fermarsi, come il protagonista di D.N. Angel di Yukiru Sugisaki. Ed infine Il ladro dalle mille facce del gruppo di autrici CLAMP, ruba per amore delle sue “mamme” e prosegue l’eredità di ladro lasciatagli dal padre.

Saint Tail

Come resistere a non trasformare questo manga in un anime? In Italia è conosciuto come Lisa e Seya un solo cuore per lo stesso segreto. La protagonista è Meimi Haneoka, tradotta poi nel nostro paese come Lisa, frequenta la scuola cattolica Saint Paulia assieme alla sua migliore amica Seira Mimori, che dopo le normali lezioni, indossa il velo da novizia per studiare e diventare una suora. Seira sente spesso le confessioni di persone afflitte che hanno subito qualche torto e istruisce Meimi su come fare per aiutarle, questo perchè la ragazza è Saint Tail (Seya), una ladra che commette furti per restituire gli oggetti ai legittimi proprietari, aiutandoli e riparando così ai torti subiti. Grazie alle abilità ereditate dai genitori, ben presto Meimi diventerà famosa e ricercata dalla polizia, che avvisa sempre prima di compiere uno dei suoi furti. Un manga leggero e divertente, che pur mantenendo l’ambientazione scolastica e una storia d’amore, ha quel qualcosa in più di diverso, che rendono speciali i sette volumi da cui è composto.

Jeanne la ladra del vento divino

La protagonista di questo shojo è una ladra un po’ diversa dalle altre, Maron Kusakabe, ha 16 anni e nonostante sembri una ragazza come tante altre, in realtà è la reincarnazione di Giovanna D’Arco. La notte si trasforma nella ladra Jeanne, che con i suoi poteri magici, ha il compito di cacciare i demoni che s’impossessano di alcuni quadri, con cui risucchiano l’anima di chi si ritrova ad osservare il dipinto. A complicare le cose c’è la sua migliore amica Miyako Todaiji, figlia di due poliziotti e intenzionata a catturare la ladra Jeanne. Inoltre Maron, è ospite a casa di Miyako fin da quando era piccola, affidata alla famiglia dai genitori naturali della protagonista, perché spesso via da casa. In questo arduo compito sarà affiancata dal mezzo angelo Fin Fish, che è come una madre per Maron, grazie a lei può trasformarsi nella ladra Jeanne. Fantasy e mistero si mescolano nelle avventure della protagonista, oltre ad una tormentata storia d’amore.

D.N. Angel

Daisuke Niwa fin da piccolo è stato addestrato dalla madre e dal nonno a scassinare serrature e ad essere molto agile, questo perché al compimento dei suoi 14 anni, un gene nel DNA della sua famiglia, presente nell’albero genealogico maschile, lo trasformerà nel ladro Dark Mousy. Questo particolare gene reagisce con la persona amata e Daisuke dopo essersi confessato alla sua cotta Risa Harada ed essere stato rifiutato, si ritrova di notte a compiere furti nei panni di Dark Mousy. Dovrà cercare di non farsi scoprire, soprattutto dal suo compagno di classe Satoshi Hiwatari, che è il comandante delle indagini per la cattura del ladro fantasma Dark. Uno shojo ben caratterizzato con la presenza di antagonisti e personaggi secondari che rendono la narrazione scorrevole e coinvolgente.

Il ladro dalle mille facce

Il protagonista è Akira Ijuin, di giorno studente modello di una prestigiosa scuola elementare, di notte un ladro che ruba per far felici le sue due mamme. Nonostante sia molto giovane è abile ed esperto nei travestimenti, ha preso il posto di suo padre nel ruolo di ladro dopo che quest’ultimo è scomparso. All’inizio del manga Akira conosce Utako Okawa, entrambi s’innamoreranno e cresceranno insieme durante tutta la storia. Un manga dalla trama leggera, ben disegnato e che appassionerà tutti gli amanti del quartetto di autrici CLAMP.

Conosci altri protagonisti ladri che ti sono particolarmente piaciuti? Hai mai letto uno dei manga sopra citati?

Leggi recensione

3 storie legate dal futuro

Tempo di lettura: 2 minuti

Tra le svariate storie shojo ambientate nel futuro, o con eventi futuristici, ne ho scelte 3 che mi hanno particolarmente colpito e che vorrei condividere con te!

Alcuni manga hanno come ambientazione un anno futuristico, lontano dal nostro, in cui anche l’amore subisce dei cambiamenti a causa delle nuove tecnologie futuristiche, come in Hal di Umi Ayase, . Oppure la storia si dipana ai giorni nostri, ma la protagonista si ritrova coinvolta in eventi futuri, da una lettera scritta proprio dalla sé stessa del futuro, è la trama di Orange di Ichigo Takano. Ed in ultimo vorrei consigliarti Corrector Yui di Kia Asamiya, shojo dalla lettura leggera, che racconta di un futuro poco lontano dal nostro.

Hal

I protagonisti sono Kurumi e Hal (Haru nel manga giapponese), la cui storia d’amore è ambientata in un futuro prossimo nel paese del Sol Levante. A causa di un’incidente aereo Hal muore, ma Kurumi non si da pace e non riesce ad accettare la scomparsa del suo amore. Cade in depressione, chiudendosi in sé stessa, perdendo il sorriso e la sua solarità. I parenti e gli amici della ragazza, preoccupati per lei, decidono di far trasformare il robot di casa nel suo amato Hal, prendendone le sembianze e diventando il sostituto del defunto. Nonostante Kurumi all’inizio si dimostra un po’ scettica, alla fine si affezionerà al robot,  anche se dovrà affrontare scomode verità. Questo shojo è composto da un unico volume, che ti appassionerà con il suo travolgente turbinio di emozioni.

Orange

La protagonista è Naho Takamiya, una liceale che un giorno riceve una lettera dalla se stessa di 10 anni nel futuro. Naho pensa che sia uno scherzo, come potrebbe essere altrimenti? Ma mentre legge la lettera capisce che c’è scritto quello che accadrà durante la giornata, come l’ingresso di un nuovo compagno di classe, Kakeru Naruse. La Naho del futuro ha molti rimpianti, per questo ha scritto questa lettera, in modo tale che la protagonista rimedi agli errori che ha già commesso, facendo le scelte giuste e così creandosi un futuro migliore. Tutto gira intorno a Kakeru, Naho dovrà seguire i comportamenti che le consiglia la se stessa del futuro, per evitare che il ragazzo tra dieci anni non ci sia più. Un manga diviso tra il passato, il presente ed il futuro, con un grande messaggio: vivi appieno ogni giorno, non dare mai nulla per scontato, soprattutto chi ti sta accanto e non rimandare mai a “domani” ciò che è importante, per non avere rimpianti.

Corrector Yui

In Italia la serie anime è stata tradotta come Yui ragazza virtuale, il manga è edito dalla fine degli anni ’90. Siamo nel 2020, ormai vicino a noi, ma ai tempi era considerato in un futuro lontano, in un mondo in cui ognuno sa utilizzare un pc ed è ormai parte integrante della propria vita, la protagonista Yui Kasuga, è una delle poche ragazze che non ha familiarità con la tecnologia, nonostante il padre sia un noto programmatore. Un giorno un super computer intelligente, Giganet, si ribella all’uomo, prendendo il controllo della rete internet. Per fermare Giganet sono stati creati dei programmi che si chiamano Virtuali, uno di questi assorbirà Yui nella rete, dandole gadget e armi per sconfiggere dall’interno l’intelligenza artificiale ribelle. Nonostante nel mondo reale la protagonista sia negata per la tecnologia, nell’ambientazione virtuale è invece molto potente. Un manga per chi ha voglia di viaggiare un po’ con la fantasia e leggere come alla fine degli anni ’90 la mangaka immaginava sarebbe stato il mondo tra 4 anni.

Hai mai letto uno di questi manga? Ti è piaciuto o vorresti consigliarne qualcun altro futuristico? Se potessi scrivere un manga di questo genere come immagineresti la trama?

Leggi recensione

5 manga con la passione per lo sport

Tempo di lettura: 2 minuti

Lo sport è molto considerato in Giappone, sono diversi i club sportivi a cui gli studenti si possono iscrivere, coltivando questa passione anche al di fuori dell’orario scolastico.

I generi shoujo e josei, oramai, hanno le più svariate ambientazioni, come resistere quindi a costruire una storia con una passione che fa da sfondo come lo sport, inserendoci magari anche una bella storia d’amore. I 5 manga che vorrei consigliarti di questo genere sono: Attacker YOU! disegnato da Shizuo Koizumi e scritto da Jun Makimura, Attack no.1 di Chikako Urano, entrambi con un titolo simile e legati dal gioco della pallavolo. Altri due shojo sono Frecce Velenose di Yakko Kaga e Hai presente Midori!? di Go Ikeyamada. L’ultimo è un manga josei, Chihayafuru di Yuki Suetsugu. Buona lettura!

Attacker YOU!

Probabilmente conoscerai di più la serie animata del manga, in italiano s’intitola Mila e Shiro due cuori nella pallavolo, la versione cartacea non ha molto a che fare con quella animata, ma la storia di base è la stessa. Yu Hazuki (Mila) è la protagonista del manga, dopo essersi trasferita con il padre a Tokyo, inizia a frequentare la scuola, ed è proprio qui che durante una partita di pallavolo, scopre di avere molto talento come schiacciatrice, nonostante fosse la prima volta che giocasse a questo sport. Yu è subito notata dall’allenatore della scuola, che le propone di unirsi alla squadra. All’inizio la ragazza non accetta, ma quando scopre che il ragazzo di cui è innamorata, So Takiki (Shiro), è il capitano della squadra maschile, Yu accetta di diventare una giocatrice di pallavolo, iniziando così a coltivare una grande passione.

Attack no. 1

Un altro manga in cui la protagonista diventerà una campionessa di pallavolo, si tratta della serie animata Mimì e la nazionale di pallavolo. Kozue Ayuhara (Mimì) trasferitasi da Tokio, inizia a frequentare l’istituto Fujimi, non è la classica studente modello, anzi fa amicizia con le “teppiste” della scuola e spesso dorme durante le lezioni. Il gioco della pallavolo è una sua grande passione, lei ed altre ragazze del gruppo decidono di entrare a far parte della squadra della scuola, mantenendosi così impegnate negli allenamenti, acquisendo anche disciplina. Non mancherà una storia d’amore, che coinvolgerà Kozue, distraendola anche dalla pallavolo.

Frecce Velenose

La protagonista è An, pratica tiro con l’arco (kyudo) fin dalle medie, mostrando una grande abilità in questo sport. Nell’ultimo anno di superiori però, inizia ad avere un basso rendimento a scuola, a malincuore decide di lasciare tiro con l’arco, cedendo il suo ruolo di leader a Yota Mikami, più giovane di lei, ma entrato subito in competizione con An, diventando molto bravo. Eppure sarà proprio Yota a cercare di fermare An nella sua decisione, per farla rimanere nel club. Uno shojo appassionato, in cui l’interesse reciproco che verrà a crearsi tra i due personaggi principali, li colpirà come una freccia.

Hai presente Midori!?

Midori Yamate all’apparenza è una ragazza molto graziosa e femminile, anche se in realtà è un po’ maschiaccio e molto esuberante. Durante le vacanze estive incontra Tsukasa Hino, un ragazzo più grande di lei di Tokio, che le insegna il gioco del calcio. Midori si sente subito molto coinvolta da questo sport, guarda il pallone che le ha regalato Tsukasa, sperando che la promessa di rivedersi si avveri presto. Finalmente i due s’incontrano di nuovo, confessandosi i reciproci sentimenti e passando la notte insieme. Midori però scoprirà presto che Tsukasa non è la persona di cui si è innamorata, ma anzi, la beffeggia con gli amici, mostrandosi arrogante e presuntuoso. A quel punto Midori decide di vendicarsi, promettendogli di diventare una giocatrice di calcio più brava di lui, per poterlo battere. Così si taglia i capelli e inizia a frequentare un istituto maschile che ha uno dei più famosi club di calcio. Un mix di sentimenti contrastanti caratterizzano questo shojo, con lo sport del calcio a farne protagonista.

Chihayafuru

Manga incentrato sul gioco del karuta (giochi da tavola), nello specifico l’uta karuta, detto anche “carte dei 100 poeti”, si tratta per l’appunto di 100 carte, in cui su ognuna è scritta una poesia. Vengono disposte sul tatami (tradizionale pavimento giapponese), i due giocatori devono memorizzare la posizione di ogni poesia, successivamente le carte vengono voltate e quando viene recitata una delle 100 poesie bisogna ricordarsi sotto quale carta è scritta, prendendola prima dell’avversario. E’ a questo gioco che si appassiona la protagonista, Chihaya Ayase, studentessa delle superiori, dopo avere visto giocare Arata Wataya, rimane incantata dal karuta e così decide di fondare un club a scuola, grazie anche a Taichi Mashima, amico d’infanzia di Chihaya. Entrambi cercheranno sempre nuovi iscritti e avranno l’obiettivo di raggiungere la vetta come campioni di karuta.

Hai mai letto uno di questi manga? Ti piacciono le ambientazioni sportive? Ne hai uno preferito?

Leggi recensione

Quando la protagonista ha una sorella

Tempo di lettura: 2 minuti

Oggi vorrei parlarti di tre manga che raccontano di tre coppie di sorelle con rapporti dissimili tra di loro, mettendo quindi a confronto le diverse storie e i personaggi che riempiono le pagine di questi shoujo.

Alcune storie sono incentrate sull’amicizia tra sorelle, la protagonista rimane sempre quella con un ruolo principale, ma a volte hanno bisogno del supporto o dello scontro con il loro famigliare, per poter affrontare gli ineluttabili eventi durante la storia. Quando invece le protagoniste sono proprio due sorelle, per di più gemelle come in Miracle Girls di Nami Akimoto, il divertimento è assicurato. Nel manga Sugar Soldier di Mayu Sakai, la protagonista vive nell’ombra della sorella, mentre in Kaichou Wa Maid-Sama! La doppia vita di Misaki di Hiro Fujiwara, è la sorella della protagonista ad essere messa un po’ da parte, ma che interviene sempre in aiuto della sua onii-chan (sorella maggiore).

Miracle Girls

Conosciuto in Italia anche come E’ un po’ magia per Terry e Maggie, le protagoniste sono Mikage e Tomomi Matsunaga, tradotte poi nell’anime italiano come Maggie e Terry. Le due sorelle sono gemelle, ma non potrebbero essere più diverse di così, Mikage è una ragazza romantica, molto femminile con buoni voti a scuola e responsabile, mentre Tomomi è più un maschiaccio, tanto impulsiva quanto amichevole e solare, molto brava negli sport. Entrambe hanno un segreto, quando si tengono per mano tra di loro possono teletrasportarsi, oltre a poter comunicare telepaticamente l’una con l’altra. Non hanno mai dato troppo peso a questi poteri e gli unici a saperlo sono i rispettivi ragazzi di cui sono innamorate le due sorelle. Ben presto però, tra piccole avventure e problemi sentimentali, si scoprirà qual’è la vera natura dei loro poteri. Due sorelle molto unite, sempre pronte a sostenersi e a corrersi in aiuto a vicenda, sarà anche grazie alla loro telepatia con cui si trasmettono i diversi stati d’animo.

Sugar Soldier

Makoto Kisaragi, sin da quando era bambina è sempre stata messa a confronto della sorella maggiore, Rika, famosa e bellissima modella. Quando inizia le scuole superiori è intenzionata ad uscire dall’ombra creata involontariamente dalla sorella, che la madre e i suoi compagni di classe hanno alimentato, rendendo Makoto insicura e con poca autostima. Quando s’innamora di Iriya, un ragazzo bello e popolare, decide con non poche difficoltà, di abbattere questi muri d’insicurezza e accettarsi per quello che è, diventando la donna che in realtà è sempre stata. Tutto anche grazie al sostegno della sorella, che non ha mai pensato a Makoto come una persona inferiore a lei, oltre agli amici e ad Iriya.

Kaichou Wa Maid-Sama! La doppia vita di Misaki

La protagonista è Misaki Ayuzawa, presidentessa del consiglio d’istituto della scuola che frequenta, il Seika High School. Da poco ex istituto maschile, ha l’arduo compito di proteggere le ragazze della scuola dai ragazzi del Seika, un po’ prepotenti e maleducati. Riesce benissimo nel suo ruolo grazie a una spiccata determinazione e un’inesauribile forza d’animo. E’ un po’ diversa Suzuna Ayuzawa, la sorella minore di Misaki, sempre molto calma e pacata, ma a modo suo riesce ad essere di sostegno e aiuto alla sorella, unite anche dall’abbandono del padre. Quando un ragazzo molto popolare, che frequenta lo stesso istituto di Misaki, Usui Takumi, scopre il suo lavoro segreto di Maid, la protagonista non si darà per vinta nel proteggere la sua reputazione, aiutata dagli amici e dalla sua sorellina, riuscirà ad affrontare le difficoltà.

C’è qualche manga in particolare che ti ha colpito per il rapporto tra sorelle? Hai mai letto o visto l’anime di uno dei titoli citati nell’articolo?

Leggi recensione