11 novembre, Pocky Day

Tempo di lettura: 2 minuti

In Giappone esiste una festa per qualunque cosa: feste tradizionali e moderne, classiche ed esuberanti. Come il Pocky Day, ovvero un giorno di festa dedicato ai pocky. Prima però scopriamo insieme cosa sono.

I pocky

Alcune varianti dei gusti disponibili
Alcune varianti dei gusti disponibili

Il pocky è uno snack giapponese prodotto dall’azienda Ezaki Glico, e venduto sin dal 1966. Il nome deriva dal suono che viene prodotto quando lo si sgranocchia: “pokkin”. Il pocky è composto da un biscotto a forma di bastoncino ricoperto di cioccolato. Questa è la versione classica, ma le coperture possono avere i gusti più disparati: tè verde, miele, banana, cocco, fragola e albicocca sono tra i più semplici. Esistono anche i pocky al gusto cream cheese, patate dolci, farina di soia, zucca e yogurt alla mela. I gusti cambiano anche in base ai prodotti tipici della Regione in cui saranno venduti. I pocky sono la variante originale giapponese dei nostri Mikado, solo che loro hanno molta più fantasia nella scelta dei gusti!

La festa dei pocky

Confezione celebrativa del Pocky Day
Confezione celebrativa del Pocky Day

In Giappone i pocky sono così famosi che, oltre a comparire in numerosi anime e manga, hanno addirittura una giornata a loro dedicata, l’11 novembre. Se si fa attenzione, la data è composta solo dal numero 1 (11.11) che ha la stessa forma allungata di un pocky! Nel 2014 l’azienda Glico ha indetto una World Challenge, dal 14 ottobre all’11 novembre, in cui i partecipanti di tutto il mondo dovevano scattare una foto di se stessi insieme ai pocky. L’obbiettivo era quello dei vincere il Guinness Wirld Record per la categoria “Il più grande collage di foto online di biscotti”… e naturalmente venne vinto! La tradizione della foto di gruppo viene mantenuta negli anni e il record è ancora imbattuto.

Avete mai assaggiato i Pocky? Quale gusto preferite?


Credits

Immagini: photo credits: animeclick.it, tofugu.com

0 Commenti

Scrivi un commento, facci sapere la tua opinione 🙂

XHTML: Puoi usare i seguenti tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>