Manga

Ballata d’amore

Tempo di lettura: 4 minuti
Ballata d'amore di Shoko Akira, recensione di Shoujo Love

Autore: Shoko Akira
Target: Shoujo
Genere: Drama, Romance, School Life
Serie Collegate: Nessuna
Riconoscimenti: Nessuno
Adattamenti: Nessuno
Edito in Italia 🇮🇹
Rating: 💚 Adatto a tutti
Voto: 7

Trama

Ballata d’amore è un volume unico che contiene 4 diverse storie brevi. Le prime tre sono collegate tra loro tramite il topic dei tanka, poesie brevi giapponesi composte da trentun sillabe in cinque versi, mentre la quarta è slegata dalle altre.

L’ultimo autobus

Se ti dicessi che ti voglio abbracciare ti metteresti a ridere? […]

Sakiko Konno frequenta un prestigioso liceo femminile e il pomeriggio, mentre aspetta l’autobus, le piace leggere la raccolta di tanka del poeta Hiroshi Homura. Rimane letteralmente sbalordita quando un giorno trova scritto, sulla panchina della fermata dell’autobus, proprio uno dei suoi tanka preferiti. Così ne scrive a sua volta uno e il botta e risposta con i tanka continua per un paio di giorni, fino a che il misterioso poeta non si fa avanti. Si tratta di Shu, che frequenta il liceo maschile vicino. I due iniziano a frequentarsi, ma il ragazzo non è stato del tutto sincero con Sakiko…

La principessa dell’amore non corrisposto

Stringendo la mano di chi ancora non sa leggere l’hiragana, percorro un sentiero di raggi splendenti di luna.

Erina proviene da una famiglia facoltosa. È la presidentessa del Consiglio Studentesco e sa cosa vuole dalla vita. In particolare il suo cuore desidera disperatamente Eitaro, suo amico d’infanzia, l’unico alla quale la ragazza abbia mai dichiarato il suo amore. Da bambini si sono scambiati una promessa, ma ora Eitaro non sembra ricordarsene e il mondo dove vivono i due ragazzi si fa sempre più diverso. Tutto poi si complica quando il padre di Erina decide di fidanzarla…

Immagine tratta dal manga Ballata d'amore
Ballata d’amore

Before Kiss 

[…] Prima di baciarsi ci si deve stringere la mano.

La storia tra Yuki e il professor Morisaki ha inizio come un gioco, una sfida alle ferree regole del liceo femminile. Tra baci un bacio furtivo e l’altro Yuki riesce ad ottenere un appuntamento, che però non va proprio come si aspettava. Inoltre insistenti voci che mormorano di una storia tra un alunna e il professore iniziano a serpeggiare nella scuola. Ma allora perché il professore sempre così tranquillo? E perché continua a negarsi e a prenderla in giro? Yuki inizia a pentirsi davvero di aver iniziato questo gioco, ma non tutto il male viene per nuocere…

Il simbolo della primavera

I ciliegi rendono tutto bianco e trasformano il mondo… D’improvviso mi ritrovo a pensare che vorrei andare con te fino in capo al mondo.

Suzuko è la figlia di una famosa attrice e tutto quello che vorrebbe dalla vita è passare inosservata, soprattutto all’inizio dell’anno scolastico, ma passare inosservati quando si ha un vicino di banco chiassoso come Hiroki è praticamente impossibile. In più il ragazzo si iscrive al club di recitazione, che per l’inizio dell’anno metterà in scena proprio l’opera che tanti anni prima aveva interpretato la madre di Suzuko. Le pressioni perché la ragazza si iscriva a sua volta al club si fanno sempre più grandi e la spingeranno a riflettere sul perché lei non voglia iscriversi. Quando alla fine la commedia viene messa in scena sarà molto diversa da quelli che tutti si aspettano… 

Opinioni

A cura di Nymeria

Storia: 7
Originalità: 6
Disegni: 7
Edizione Italiana: 6

Ballata d’amore è il secondo volume unico di Shoko Akira che la Planet Manga porta in Italia dopo Honey Moon. Ancora una volta i protagonisti delle storie raccontate sono liceali alle prese con i primi amori e le prime emozioni, ma questa volta c’è un legame fisso che unisce i primi tre racconti, ovvero questa particolarità dei tanka.

In particolare i tanka utilizzati dalla mangaka nella sua opera appartengono tutti al poeta, realmente esistente, Hiroshi Homura. Rispetto al primo volume la grafica della manga non presenta sostanziali differenze: gli sfondi sono quasi del tutto assenti, e quando sono presenti sono comunque poco dettagliati e curati, a favore dei primi piani dei protagonisti non sempre ugualmente riusciti in termini di espressività. Il tratto è pulito e deciso anche se non sempre nitido ed in qualche caso si ha un senso si rigidità e staticità dei disegni. Particolari e molto cinematografiche sono invece alcune tavole a tutta pagina.

Per quanto riguarda la storia, l’idea di utilizzare un filo conduttore tra i diversi racconti è molto originale e funziona bene. L’autrice è riuscita a scegliere tanka che ben si adattavano alle sue storie ed ai sentimenti dei protagonisti, creando quindi degli input, degli inizi di storia davvero convincenti. Quello che invece ancora una volta ha deluso sono gli svolgimenti delle storie stesse, banali e piuttosto semplicistici. Quello che dovrebbe essere l’imprevisto che crea il momento più intenso della storia è in realtà ampiamente prevedibile, così come è prevedibile la dinamica dell’happy ending. 

La sensazione finale è quindi quella di aver quasi sprecato una buona idea per storie che in verità non si differenziano per nulla dalla massa. Concludendo, coloro che hanno apprezzato Honey Moon molto probabilmente apprezzeranno anche Ballata d’amore, per la sua semplicità e linearità, per la voglia di raccontare storie dolci ricreando un’atmosfera adolescenziale. Per chi invece cerca qualcosa di più di un happy ending e di ragazzi alle prese con i primi batticuori, questo non è proprio il volume unico adatto.

Edizione Giapponese

Titolo originale: Koi no Uta
Titolo Kanji: こいのうた
Anno: 2004
Casa Editrice: Shogakukan
Rivista di serializzazione: Betsucomi
Stato: Concluso, volume unico

Volumi Giapponesi

Edizione Italiana

Titolo: Ballata d’amore
Anno: 2009
Casa Editrice: Planet Manga
Collana: Mille Emozioni
Prezzo: 4,30 €
Caratteristiche Edizione: pp. 192; b/n; brossura
Formato: 11,5 x 17,5 cm
Stato: Concluso, volume unico

Volumi Italiani


Credits

Fonte consultata: Shoko Akira, Ballata d’amore, Planet Manga – Collana Mille Emozioni, 2009

0 Commenti

Scrivi un commento, facci sapere la tua opinione 🙂

XHTML: Puoi usare i seguenti tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>