Manga

Caste Heaven

Tempo di lettura: 5 minuti
Caste Heaven, recensione manga di Shoujo Love

Autore: Chise Ogawa
Target: Yaoi
Genere: Drama, Mature, Psychological, School Life, Slice of Life
Serie Collegate: Nessuna
Riconoscimenti: Nessuno
Adattamenti: Nessuno
Edito in Italia ??
Rating: ? Per un pubblico maturo
Voto: 9

Trama

Esiste un liceo dove vige il “gioco delle caste”, ovvero un sistema gerarchico interamente stabilito dal tipo di carta, che ogni componente della classe riuscirà a trovare (per ogni classe esiste una casta). Le carte sono quelle francesi, quindi abbiamo il re, la regina, il jack, le 10 carte numeriche e il jolly. Il king, la carta più importante, governa la classe, mentre il target ossia il jolly è alla base della piramide ed è vittima di atti di bullismo. Può questo gioco influire, davvero, sulla vita di semplici studenti?

La piramide di Caste Heaven
La piramide di Caste Heaven

Per Azusa essere il king vuol dire tutto ed è pronto a qualsiasi cosa pur di essere nuovamente il re della sua classe. Tanto da ordinare al suo wannabe Karino di cercare per lui la carta del king. Ma sarà proprio questa sua decisione a far diventare il suo paradiso un vero inferno.

Perché Karino troverà sì la carta del King, ma la terrà per sé, portando ad Azusa quella che più gli si addice, ossia quella del target. Karino, oltre a voler vedere la sofferenza sul volto di Azusa, vuole che quest’ultimo sia di sua esclusiva pertinenza, nessun altro della classe potrà torcergli un capello.
Azusa, sarà così costretto a diventare il giocattolo personale di Karino, il quale sfogherà su di lui ogni sua fantasia sessuale. L’unico motivo che porterà Azusa a sopportare tutto questo è la vendetta! Riuscirà Azusa a vendicarsi di Karino e a ribellarsi al gioco delle caste?

Personaggi

Yuuya Azusa

Yuuya Azusa, protagonista del manga Caste Heaven
Yuuya Azusa

È il protagonista di questa storia, frequenta la classe 2-1, della quale, durante il primo anno, è stato king, mentre nel successivo è diventato target. Ha un carattere forte e deciso, non vuole piegarsi a niente e a nessuno ed odia avere la pietà altrui. Vive con sua madre, alla quale è molto legato. La sua bellezza attira sia l’attenzione delle ragazze che dei ragazzi. È molto bravo con lo skateboard. Da quando è diventato target, è diventato il giocattolo personale di Karino.

Kohei Karino

Kohei Karino, protagonista del manga Caste Heaven
Kohei Karino

Anche lui è nella classe di 2-1, nel primo anno era un Wannabe, nel successivo è diventato re. Quando era wannabe era molto mansueto e fedele ad Azusa, ma una volta divenuto King ha mostrato tutto il suo carattere contorto e calcolatore. È il figlio del primo ministro e il suo futuro è già deciso, per questo guarda alla sua vita scolastica come ad un divertente passatempo per superare la noia. Il suo divertimento preferito si chiama Azusa. Ama torturarlo e vederlo nella completa agonia, ma il loro rapporto, dopo lunghi contrasti, tenderà in un certo senso a cambiare…

Natsuki Kuze

Natsuki Kuze, protagonista del manga Caste Heaven
Natsuki Kuze

È uno studente della classe 2-1, all’inizio era un Jack, ma è diventato un Preps durante il rimpasto. È molto popolare tra gli studenti, bello e astuto. Proviene da una famiglia benestante. Diventerà molto protettivo, e non solo, nei confronti di Atsumu.

Atsumu Kusakabe

Atsumu Kusakabe, protagonista del manga Caste Heaven
Atsumu Kusakabe

Compagno di classe Azusa, Karino e Kuze, nel primo anno, per via di Azusa, è stato il target della classe, con il rimpasto è diventato il Jack. Silenzioso e timido, da sempre vittima di bullismo, dopo essersi avvicinato a Kuze, diventerà più coraggioso. Proverà a opporsi al gioco delle caste, dopo aver capito quanto il gioco possa influenzare le persone. Nonostante i problemi iniziali con Azusa, farà di tutto per instaurare con lui un’amicizia, cosa che non farà per niente piacere a Kuze e a Karino.

Yoichiro Tatsumi

Yoichiro Tatsumi, protagonista del manga Caste Heaven
Yoichiro Tatsumi

Tatsumi è uno studente della classe 3-2, inizialmente era un preps, ma è diventato un bad boy durante il rimpasto. È il figlio illegittimo del padre di Karino, del quale è fratello maggiore. Per far felice la madre e il padre, segue la strada del bravo ragazzo. Infatti è tra i migliori della scuola e cerca sempre di tutelare e controllare il giovane fratellastro. Ma, quando nella sua vita apparirà Senzaki, qualcosa cambierà in lui.

Kamo Senzaki

Kamo Senzaki, protagonista del manga Caste Heaven
Kamo Senzaki

Senzaki è uno studente della classe 3-2, nel gioco delle caste ha sempre ricoperto il ruolo del bad boy. Nonostante il suo comportamento violento e ribelle, si innamora perdutamente di Tatsumi, che abbandonerà quando quest’ultimo lo tradirà per il bene della madre e della famiglia Karino.

Opinioni

A cura di Galaxia

Storia: 7
Originalità: 9
Disegni: 9
Edizione Italiana: 9

⚠️ Le opinioni contengono spoiler

Caste Heaven può sembrare uno yaoi, volto soltanto a mostrare sesso e violenza, ma questo significherebbe limitarsi alla descrizione di un banale contorno, sminuendo così le importanti tematiche affrontate nell’opera di Chise Ogawa. Non a caso nel 4° volume, la giovane autrice fa nominare a uno dei personaggi l’esperimento carcerario di Stanford, riferimento che ci fa capire su cosa si è basata l’Ogawa per dar vita a questo manga.

Bello o brutto che sia, Caste Heaven dovrebbe far sorgere in noi delle domande: ma in una situazione del genere avrei fatto lo stesso? Sarei riuscita ad evadere da tale realtà o avrei recitato il ruolo assegnatomi? Sono davvero quello che penso di essere?

Poi è ovvio che a dare nell’occhio sono le scene, non sempre ‘delicate’, di sesso tra le varie coppie. Molte di queste scene hanno sollevato qualche polemica, ma credo che tali scene siano il minimo, visto che uno degli obiettivi di questo manga è mostrare quanto l’animo umano possa risultare oscuro e contorto.

A colpire sono i caratteri dei vari personaggi e come essi si rapportano alle difficoltà del gioco e alla realtà in cui vivono. Il gioco delle caste li porta ad affrontare i lati più oscuri del proprio io. Basti pensare al personaggio di Atsumu, che rimane sconvolto dall’oscurità che cela in se stesso, ma anche dalle persone che lo circondano. Mentre c’è chi usa il gioco per nutrire e dar sfogo alla propria malvagità, relegando la propria esistenza al gioco.

Poi ad attrarre ci sono i due personaggi principali Azusa e Karino, il secondo più emblematico rispetto al primo, che è più facile da capire. Azusa, che per quanto all’inizio possa sembrare arrogante e subdolo, una volta posata la corona da King, mostra un carattere più resiliente e meno superbo. Nell’arco della storia, l’autrice ci spiega il motivo della sua aggressività. Questa aggressività non è altro che una risposta al mondo che lo circonda, con l’obiettivo di ottenere una rivalsa su chi lo ha ferito e respinto in passato. Questo anche a costo di sopportare qualsiasi tipo di violenza. Karino, invece, a differenza di Azusa, ha sempre ottenuto tutto con facilità, non deve e non vuole dimostrare nulla, tutto gli riesce con facilità e non prova alcun tipo di desiderio, se non verso Azusa. Il nuovo re della classe sembra essere attratto solo da Azusa, non soltanto dal lato sessuale, ma anche caratteriale; la voglia di rivalsa di Azusa, lo diverte. Azusa è l’unico che innesca in lui tali stimoli, stimoli che lo portano ad interagire per la prima volta con la realtà che ha sempre ignorato. Si instaura così una relazione tossica, basata sull’odio, che si evolve in ossessione e, nel momento in cui nasce una sorta di rispetto tra i due, arriva una forte passione. Ma quando i due iniziano ad avvicinarsi, sopraggiungono difficoltà che li allontanano, facendo non uno, ma mille passi indietro. È proprio l’evoluzione di questo rapporto ad attrarre i lettori, che si chiedono pagina dopo pagina se a vincere sarà il cinico gioco delle caste o la testardaggine dei pochi, come Azusa, che si ribellano ad esso?

Infine bisogna fare un plauso alla J-pop che, oltre a coraggio di portare una serie bella tosta e cruda come Caste Heaven, ha realizzato una bella edizione per questo yaoi, presentando un editing e una traduzione più che perfetta, ricca anche dei vari capitoli extra. Degno di nota l’impegno di voler dare una sovracoperta, dando così un certo pregio alla serie. La rifinitura lucida fa risplendere lo stile pulito e semplice dell’Ogawa. Unica pecca dell’edizione è nella rilegatura delle pagine, soprattutto nei tomi più voluminosi, dove tendono a staccarsi.

Edizione Giapponese

Titolo originale: CASTE HEAVEN
Titolo Kanji: カーストヘヴン
Anno: 2014 – in corso
Casa Editrice: Libre
Rivista di serializzazione: Be x Boy
Stato: In Corso, 6 volumi

Volumi Giapponesi

Edizione Italiana

Titolo: CASTE HEAVEN
Anno: 2019 – in corso
Casa Editrice: JPop
Collana: Edizioni BD
Prezzo: 6,90 €
Caratteristiche Edizione: pp. 182, b/n; brossura
Formato: 12 x 16,9
Stato: In Corso, 6 volumi

Volumi Italiani


Credits

Fonte consultata: Chise Ogawa, Caste Heaven,Jpop – Edizioni BD, 2019 – ND

Summary
Article Name
Caste Heaven
Description
La recensione del manga di Caste Heaven di Chise Ogawa con trama, personaggi, opinioni e info edizione italiana e giapponese.
Author
Publisher Name
Shoujo Love
Publisher Logo

0 Commenti

Scrivi un commento, facci sapere la tua opinione 🙂

XHTML: Puoi usare i seguenti tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>