Manga

Orpheus

Tempo di lettura: 4 minuti
Orpheus di Riyoko Ikeda, recensione di Shoujo Love

Autore: Riyoko Ikeda
Target: Shoujo
Genere: Drama, Gender Bender, Historical, Romance, Tragedy
Serie Collegate: Nessuna
Riconoscimenti: Nessuno
Adattamenti: Nessuno
Edito in Italia 🇮🇹
Rating: 💛 Per un pubblico maturo
Voto: 8

Trama

Narra un mito greco la tragica storia d’amore tra Orfeo e la sua sposa Euridice: un giorno la ragazza viene morsa da una serpe e muore. Orfeo, disperato per la perdita della moglie che amava molto, si avventura nel regno dei morti per convincere il Dio dei defunti, Ade e la sua sposa, Persefone, a ridargli l’amata. Secondo la leggenda infatti il ragazzo aveva una voce dolcissima, capace di ammansire anche le fiere selvagge. Alla fine il suo canto commosse le anime defunte e la stessa Persefone, che gli consentì di portare via la sua sposa, a patto che non si voltasse mai a guardarla sulla via del ritorno. Orfeo si incammina e sente dietro di sé i passi della sposa ma, quando già si scorgeva la luce del sole, non riuscì a resistere alla curiosità e si voltò. Cosi Orfeo perse di nuovo Euridice…

Julius Von Arensmeier, personaggio del manga Orpheus
Julius Von Arensmeier

All’inizio del Novecento tre giovani frequentano un prestigioso conservatorio in Germania: questi giovani sono Julius Von Arensmeier, Klaus e Isaak. In questo stesso conservatorio esiste una leggenda: se qualcuno si affaccia dalla finestra di Orfeo e guarda verso il basso, vedrà la persona di cui si innamorerà, anche se la loro storia avrà sempre un finale tragico. Klaus e Isaak, affacciatisi alla finestra, vedono entrambi Julius e se ne innamorano (il povero Isaak è costernato perché non sa che Julius è una donna!). Invece la ragazza si innamora di Klaus; così comincia l’intricata vicenda del manga, che presenta tantissime storie che si intervallano tra quelle dei protagonisti e dei comprimari.

Personaggi

Julius Von Arensmeier

Julius Von Arensmeier, personaggio del manga Orpheus
Julius Von Arensmeier

È la quasi protagonista della storia, molto somigliante graficamente a Oscar e Rei Asaka/ Saint Just (per non dire che sono uguali). Come le altre due inoltre finge di essere un maschio: infatti vuole sottrarre l’eredità di famiglia alle due sorelle Annelotte e Maria Barbara, nonostante sia figlia dell’amante paterna, scacciata di casa molti anni prima. Julius, mentre frequenta il conservatorio, si innamora di Klaus e nella seconda parte della storia si recherà in Russia per ritrovare il suo amato.

Klaus (Aleksei Mihailov)

Klaus (Aleksei Mihailov), personaggio del manga Orpheus
Klaus (Aleksei Mihailov)

Fa parte di una nobile famiglia russa e frequenta il conservatorio celando la propria identità a causa della rivoluzione sempre più vicina. La Ikeda narra la sua infanzia accuratamente, descrivendo lo strano rapporto con il fratello Dimitri e quello affettuoso e profondo con la fidanzata di lui, Alraune. Anche lui come Isaak, affacciatosi dalla Finestra di Orfeo, vedrà Julius e se ne innamorerà, dando vita alla complessa relazione dei tre amici.

Isaak

Isaak, personaggio del manga Orpheus
Isaak

È un nuovo studente arrivato al conservatorio, che ama moltissimo suonare il pianoforte ed è molto dotato. Sembra essere l’unico del trio a essere sincero e ad avere una certa moralità. Quando si affaccia dalla finestra di Orpheus rimane stupito e rammaricato perché vede Julius, che crede un ragazzo.

Opinioni

A cura di Nuzzina

Storia: 9
Originalità: 8
Disegni: 8
Edizione Italiana: 7

Un’opera profonda, tragica e intensa. I numerosi personaggi (tutti perfettamente caratterizzati) e la storia, si intrecciano dando vita a un capolavoro. Orpheus è stata considerata l’opera maggiore di Riyoko Ikeda, sebbene in Italia abbia riscosso maggior successo Lady Oscar. Orpheus è un’opera colossale, non solo per la sua lunghezza, ma soprattutto per la sua complessità. Non solo nella storia compaiono una miriade di personaggi, ognuno con la sua storia e le sue avventure, ma anche i riferimenti storici sono moltissimi e molto precisi. Questo è un chiaro segno dell’enorme lavoro di ricerca che ha fatto l’autrice per realizzare quest’opera.

La storia, come appena accennato, è molto complessa e intricata, e se il filo conduttore sono le storie d’amore nate dalla finestra di Orpheus, e in particolare quella di Julius, Klaus e Isaak, in realtà queste non occupano tutta la storia, anzi, assumono grande importanza anche le vicende dei personaggi secondari, che in un modo o nell’altro vanno a influire sulla vita dei protagonisti. Insomma, siamo dinnanzi a una storia davvero molto intricata, ma non per questo confusa, al contrario, molto affascinante (però bisogna avere buona memoria per ricordare tutti i protagonisti).

Altra nota di merito di questo manga sono i personaggi. Data la loro numerosità, si potrebbe pensare a tante comparse stilizzate, mentre la Ikeda è riuscita a dare il giusto spessore ad ognuno di loro, per poi non parlare della profondità dei protagonisti e di Jiulius in particolare, che sembra una persona vera. Sebbene nell’aspetto possa ricordare Oscar, in realtà nel carattere è molto diversa. Non solo perché lei nasconde la sua femminilità controvoglia, ma anche perché non è l’eroina coraggiosa e determinata, è una donna per certi aspetti fragile, ma che nonostante tutte le peripezie, non abbandona mai il suo sogno di ricongiungersi al suo amato.

Nel complesso comunque, Orpheus è una vera e propria tragedia e non solo per le disavventure dei personaggi, che sembrano destinati all’infelicità… È una storia commovente, che rapisce il lettore. Anche se però devo dire che in certi punti la storia può risultare un po’ noiosa proprio per i tanti riferimenti storici. Infatti, soprattutto nella parte centrale-finale, il manga sembra quasi trasformarsi in certi capitoli nella cronaca della rivoluzione russa. Non per questo comunque perde il suo fascino, chiariamo.

Per quanto riguarda lo stile grafico, nella prima parte ricorda molto quello di Lady Oscar e Caro Fratello, mentre nella seconda parte, insieme alla svolta della storia, assistiamo a una svolta anche nel disegno, che diventa molto più dettagliato e con tratti più decisi. Questo cambiamento a molti non piace, ma personalmente trovo che lo stile si adegui perfettamente alla nuova maturità dei personaggi.

Concludendo, Orpheus è senza ombra di dubbio un’opera intensa, fortemente consigliata ai fan della Ikeda e a coloro che amano le tragedie e le storie a carattere storico.

Edizione Giapponese

Titolo originale: Orpheus no Mado
Titolo Kanji: オルフェウスの窓
Anno: 1975 – 1981
Casa Editrice: Shueisha
Rivista di serializzazione: Margaret; Monthly Seventeen
Stato: Concluso, 18 volumi

Volumi Giapponesi

Edizione Italiana

1° Edizione

Titolo: Orpheus 
Anno: 2004 – 2005
Casa Editrice: Planet Manga
Collana: ND
Prezzo: 4,50 €
Caratteristiche Edizione: pp. 256; b/n; brossura
Formato:
Stato: Concluso, 14 volumi

Volumi Italiani – 1° Edizione

2° Edizione

Titolo: La Finestra di Orfeo
Anno: 2021 – 2022
Casa Editrice: J-POP
Collana: Edizioni BD
Prezzo: 12,00 €
Caratteristiche Edizione: pp. 400 b/n; brossura
Formato: 15 x 21
Stato: Concluso, 9 volumi

Volumi Italiani – 2° Edizione


Credits

Co-Autore: Alla stesura dei testi di questo articolo ha collaborato Miakachan.

Fonte consultata: Riyoko Ikeda, La finestra di Orfeo , J-POP, Edizioni BD, 2021 – 2022

Summary
Article Name
Orpheus
Description
La recensione del manga Orpheus di Riyoko Ikeda con trama, personaggi, opinioni e info edizione italiana e giapponese.
Author
Publisher Name
Shoujo Love
Publisher Logo

0 Commenti

Scrivi un commento, facci sapere la tua opinione 🙂

XHTML: Puoi usare i seguenti tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>