Manga

My Dress Up Darling – Bisque Doll

Tempo di lettura: 7 minuti
Sono Bisuku douru wa koi o sono recensione di Shoujo Love

Autore: Shinichi Fukuda
Target: Seinen
Genere: Comedy, Ecchi, Mature, Romance, School life, Slice of Life
Serie Collegate: Nessuna
Riconoscimenti: 6º posto nella categoria fumetti di Tsugi ni Kuru Manga Taisho (2019), 116º posto per i lettori nell’edizione 2020 di Kono Manga Ga Sugoi! di Takarajimasha
Adattamenti:
❤️ Sono Bisque Doll wa Koi wo Suru (My Dress-Up Darling) (Serie TV)
Edito in Italia 🇮🇹
Rating:💛 Per un pubblico maturo
Voto: 8

Trama

Protagonisti del manga Sono Bisuku douru wa koi o sono
Protagonisti del manga

Wakana Gojou è un giovane liceale di 15 anni che ha un sogno segreto: diventare un artigiano di bambole, una passione che coltiva sin da piccolo. Ai tempi in cui frequentava le scuole medie subì un trauma, proprio a causa della sua passione per le bambole e da quel giorno il ragazzo mantiene per se segreta questo suo sogno, finendosi per chiudersi in sé stesso.

Ma un giorno, mentre cuce alcuni vestiti per le sue bambole, viene per caso scoperto dalla ragazza più popolare della scuola: Marin Kitagawa, che notando la sua abilità nel cucire abiti gli chiede se può cucirle il costume indossato del suo personaggio preferito di un popolare videogioco. Marin, in realtà è una cosplayer, ma anche lei come Wakana tiene nascosta la sua passione!

Tuttavia, Wakana non ha mai realizzato costumi a misura d’uomo, ma accenta con piacere di aiutare Marin, accettando la sua richiesta.

Come si evolverà il rapporto tra i due ragazzi che apparentemente sono l’uno l’opposto dell’altro? Troveranno in loro qualcosa in comune sul fatto che entrambi cercando di nascondere ciò che li appassiona realmente?

Personaggi

Wakana Gojo

Wakana Gojo, protagonista del manga My Dress Up Darling - Bisque Doll
Wakana Gojo

Studente quindicenne del primo anno di superiori e appassionato di bambole Hina. È molto alto e è solito indossare un Samue, ovvero un completo da lavoro. Il suo sogno è quello di diventare un famoso artigiano di bambole come suo nonno, con il quale vive. Gojo è orfano, timido e riservato, mantiene le distanze da tutti per paura di essere mal giudicato per la sua passione. Non ha mai avuto amici. Gli piace sperimentare sempre cose nuove e ha una cugina di nome Miori. Grazie a Marin scoprirà che il modo è tutto da scoprire e che le persone non sono tutte uguali.

Marin Kitagawa

Marin Kitagawa, protagonista del manga My Dress Up Darling - Bisque Doll
Marin Kitagawa

Studentessa e compagna di classe di Gojo, è una gyaru molto socievole, gentile, allegra ed estroversa oltre che bellissima, intraprendente e popolare. Stravagante, comica e anche goffa, è sempre circondata da amici. È una tipa ottimista e simpatica che non ha paura di svelare la propria irrefrenabile passione per il mondo del cosplay. Alta e snella, è solita indossare lenti a contatto rosa scuro. Le piace mangiare, ma non è molto abile nei lavori manuali ed è appassionata di anime sulle ragazze magiche e di videogiochi per adulti. La madre è mancata in giovane età e, dopo il trasferimento del padre per lavoro, si è ritrovata a vivere da sola. Solitamente posa anche come modella

Kaoru Gojo

Kaoru Gojo, protagonista del manga My Dress Up Darling - Bisque Doll
Kaoru Gojo

Il nonno di Wakana, lo ha cresciuto e gli ha tramandato la sua passione per le bambole Hina, insegnandogli il mestiere in modo che lui possa, un giorno, diventare un famoso artigiano di bambole. Gentile e disponibile, sempre pronto a supportare il nipote dandogli consigli e a spronarlo all’occorrenza. Solitamente indossa abiti neri.

Nowa Sugaya

Nowa Sugaya, protagonista del manga My Dress Up Darling - Bisque Doll
Nowa Sugaya

Amica di Marin e sua compagna di scuola. Ha i capelli neri con meches di colore rosso. La si vede spesso in compagnia dell’amica Marin, con la quale ha un rapporto giocoso e confidenziale.

Sajuna Inui

Sajuna Inui, protagonista del manga My Dress Up Darling - Bisque Doll
Sajuna Inui

Studentessa del secondo anno di una scuola superiore per sole ragazze. È una ragazza molto minuta, che non dimostra la sua età e sembra molto più piccola. È una cosplayer molto famosa e ammirata da Marin, che si fa chiamare “Juju”. Dopo aver visto il vestito di Shizuku indossato da Marin, rintraccia Gojo e lo assume per realizzare il vestito per il suo prossimo cosplay. Il suo sogno è quello di diventare una “ragazza magica”. Si dimostra inizialmente un po’ scontrosa e testarda, per poi rivelarsi un tipo dolce e gentile. Ha una sorella minore di nome Shinju.

Shinju Inui

Shinju Inui, protagonista del manga My Dress Up Darling - Bisque Doll
Shinju Inui

Sorella minore di Sajuna. Frequenta le scuole medie, ma sembra molto più grande della sua età per aspetto fisico, oltre che per altezza. Ha un seno abbondante.
È una ragazza molto timida con la passione per la fotografia, è lei ad occuparsi delle fotografie dei cosplay della sorella. È interessata al cosplay, ma tiene nascosto dentro di sé questo suo desiderio. Grazie a Gojo, realizzerà il suo primo cosplay.

Opinioni

A cura di Marin

Storia: 7
Originalità: 8
Disegni: 8
Edizione Italiana: 7

⚠️ Le opinioni contengono spoiler

Leggendo My Dress Up Bisque Doll ci si trova di fronte a una commedia brillante e divertente focalizzata sulla relazione che si sviluppa nel tempo tra i due protagonisti principali, Wakana Gojo e Marin Kitagawa.

Gojo è un ragazzo quindicenne appassionato di bambole Hina, passione ereditata dal nonno con il quale vive. La sua passione e il suo sogno di poter diventare un kashirashi, artigiano di bambole per l’appunto, lo portano a dubitare di se stesso, a vergognarsi della sua passione al punto di fare di tutto pur di tenerla nascosta, per timore del giudizio degli altri. Questo trauma deriva da un ricordo legato alla sua infanzia: una sua amica lo aveva schernito proprio per la sua passione per le bambole, protagoniste della festa giapponese dell’ Hinamatsuri, ossia la “Festa delle bambole”.

Marin è una ragazza frizzante, intraprendente, compagna di classe di Gojo, una gyaru molto socievole, popolare e amata da tutti. Non ha paura di mostrare le proprie passioni e sogni: diventare una famosa cosplayer ed interpretare il personaggio di Shizuku. Grazie a un incontro casuale, in cui Marin sorprenderà Gojo mentre lavora alle bambole Hina nell’aula di cucito della scuola, i due inizieranno a diventare amici. Marin non tarderà nel proporre a Gojo di realizzare il suo costume di scena, infondendogli fiducia e spronandolo ad accettarsi per quello che è, cercando di fargli capire che è bello e giusto coltivare le proprie passioni, indipendentemente da quali esse siano.

“Ciò che ci piace non dovrebbe dipendere dall’essere maschi o femmine, no?”

Il timido Gojo si ritroverà così coinvolto in una sequela di situazioni imbarazzanti e comiche, in cui mantenere la lucidità per lui sarà alquanto complicato, dal momento che Marin è una ragazza molto intraprendente, che non si fà alcun tipo di problema nemmeno quando si tratta di spogliarsi davanti a lui, restando in costume da bagno per poter permettere all’amico di prenderle le misure per la realizzazione dell’abito da cosplayer.

My Dress Up Bisque Doll è senz’altro un manga ben strutturato e innovativo. Una storia differente rispetto alle solite commedie scolastiche, divertente e nuova. I due personaggi principali sono ben caratterizzati, oltre ad essere legati dallo stesso desiderio, ossia realizzare i propri sogni senza essere oggetto dei pregiudizi altrui. Da ragazzo chiuso, timido ed imbranato, Gojo riuscirà ad aprirsi, poco a poco con la bella Marin e ad avvicinarsi anche ad altre persone, scoprendo di essere apprezzato per quello che è e per ciò che ama senza pregiudizi.

Marin, sempre circondata dai compagni di classe ed ammirata da tutti, non prova alcun timore nel mostrarsi per quella che è e non nasconde il suo interesse nel fare cosplay. Oltre a questo suo carattere molto solare, avremo modo di scoprire una ragazza dolce e addirittura imbarazzata dal momento in cui capisce di provare qualcosa per l’amico Gojo.

Tra i due non mancheranno momenti romantici e scene da batticuore. I due ragazzi avranno modo di imparare l’uno dall’altra e, con il proseguire dei volumi, di divenire sempre più complici. Gojo avrà modo di scoprire sempre di più sulla realizzazione degli abiti per cosplay grazie anche alla conoscenza di nuovi personaggi che compariranno con il proseguire dei volumi, raccontando il loro vissuto e le loro tecniche di realizzazione cosplay. Wakana imparerà molto anche dalla sua amica Marin e dal suo modo di vivere la vita, dal suo carattere fresco, determinato e positivo, ma allo stesso tempo dolce e premuroso. Marin stessa proverà forte ammirazione per Gojo, tanto da finire con l’innamorarsene perdutamente, provando forti sentimenti e svariate emozioni, arrivando al punto di voler provare persino ad aiutare Gojo con la realizzazione degli abiti.

Come è inevitabile dati i contenuti, non mancherà la parte del fan service, che però viene narrata in maniera del tutto spensierata e mai volgare, senza essere troppo spinta. Queste scene vengono inserite nel contesto in modo molto casuale, ingenuo e semplice. Inutile dire che l’imbarazzo provato da Gojo sarà molto, ma sarà anche ricco di comicità, che caratterizzerà tutta la storia. Devo dire che Marin, a volte, esagera proprio nel voler stuzzicare Gojko per imbarazzarlo, seppur lo faccia in maniera molto simpatica e divertente.

Un’altra componente molto forte e costantemente presente all’interno del manga è appunto l’amore smisurato di Marin per il cosplay. La sua passione riesce a trasparire con grande empatia e semplicità.

Il messaggio che traspare, ed è sin dalle prime pagine del manga molto chiaro, è quello di non aver timore né paura di mostrarsi per quello che si è, senza timore di venir giudicati male per le proprie passioni e i propri sogni. Le persone non sono tutte uguali, ci sarà sempre chi non vi accetterà o non apprezzerà le vostre passioni, ma ci sarà anche chi avrà modo di poterle condividere con voi e che vi stimerà proprio per ciò che siete.

“Ognuno ha le proprie fissazioni ed è importante che ci siano”

Ed io aggiungerei: ed è giusto coltivarle. Esse fanno emergere una parte importante di noi stessi, una parte bella che qualcuno saprà accettare e comprendere senza alcun tipo di pregiudizio!

I disegni sono bellissimi, molto curati in ogni dettaglio; oltre che nella raffigurazione dei due protagonisti principali, che riescono a far trasparire in maniera naturale le loro emozioni con gli sguardi e le espressioni dei loro volti, vi è molta attenzione anche alla cura degli abiti da cosplay in ogni minimo dettaglio. Agli sfondi, invece, non viene dato lo stesso risalto, tanto che a volte sono assenti.

Se devo trovare una nota negativa, questa è la ripetitività del fare cosplay e realizzare gli abiti e la mancanza di colpi di scena che darebbero una vera svolta alla serie.

Nel complesso è un manga che consiglio a tutti coloro che hanno voglia di farsi una lettura divertente, spensierata, ma anche romantica e senza troppe pretese, che sa come intrattenere il lettore. Fresca e nuova sotto tanti aspetti.

Edizione Giapponese

Titolo originale: Sono Bisuku Doru wa Koi o Suru
Titolo Kanji: その着せ替え人形ビスク・ドールは恋をする
Anno: 2018 –
Casa Editrice: Square Enix
Rivista di serializzazione: Young Gangan
Stato: In Corso, 9 volumi

Volumi Giapponesi

Edizione Italiana

1° Edizione

Titolo: My Dress Up Darling – Bisque Doll
Anno: 2022 –
Casa Editrice: J-POP
Collana: Edizioni BD
Prezzo: 6,50 €
Caratteristiche Edizione: pp. 198; b/n; brossura con sovraccoperta
Formato: 12,0 x 16,9 cm
Stato: In Corso, 03 Volumi

Volumi Italiani – 1° Edizione


Credits

Co-Autore: Alla stesura dei testi di questo articolo ha collaborato Piripò.

Fonte consultata: Shinichi Fukuda, My Dress Up Darling – Bisque Doll, J-POP, Edizioni BD 2022

Summary
Article Name
My Dress Up Darling - Bisque Doll
Description
La recensione del manga di My Dress Up Darling - Bisque Doll con trama e info edizione giapponese.
Author
Publisher Name
Shoujo Love
Publisher Logo

0 Commenti

Scrivi un commento, facci sapere la tua opinione 🙂

XHTML: Puoi usare i seguenti tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>