Manga

Swan

Tempo di lettura: 4 minuti
Swan di Kyouko Ariyoshi, recensione di Shoujo Love

Autore: Kyouko Ariyoshi
Target: Shoujo
Genere: Drama, Romance, Slice of Life, Sports
Serie Collegate:
❤️ Maia – Swan Act 2 (Sequel)
❤️ Swan – Germany Hen (Sequel)
❤️ Swan – Moscow Hen (Sequel)
❤️ Swan Selection (Spin-Off)
❤️ Swan: Hakuchou no Inori (Side Story)
Riconoscimenti: Nessuno
Adattamenti: Nessuno
Inedito in Italia 🇯🇵
Rating: 💛 Per un pubblico maturo
Voto: 8

Trama

La protagonista della storia, Masumi Hijiri, ha 16 anni, ma con la sua grinta non teme rivali. Notata immediatamente al concorso del Junior Ballet, la ragazza corona uno dei suoi più grandi sogni entrando a far parte della scuola diretta dal celebre Alexej Sergeivev, da sempre suo idolo. È lì che Masumi incontra Sayoko Kyogoku (ballerina che la prenderà immediatamente sotto la sua ala protettrice), Hisho Kusakabe (compagno di scena di Sayoko) e Aoi Yanagisawa (che danzerà con lei un pas-de-deux), ed è all’interno della scuola che nasceranno le prime amicizie ed amori.

Masumi e Leon, personaggi del manga Swan
Masumi e Leon

Costretta a cedere a Sayoko il ruolo di protagonsta per il musical de La bella addormentata, Masumi si trova a prenderne il posto sul palco per via di un brutto incidente: alla seconda rappresentazione, infatti, Sayoko si spezza una caviglia e deve dire addio alla carriera. Da questo momento in poi Masumi incontrerà tante rivali sulla sua strada, poiché il cammino per diventare una primadonna del balletto è assai impervio. Ma la ragazza saprà scegliere sempre con attenzione le sue sfide, a costo di rinunciare ad una strada già spianata…

E così, al tredicesimo volume, Masumi rinuncia al tutù e al repertorio classico per debuttare al New York City Ballet diretto da Georges Balanchine… E anche la sua vita cambia perché in America il mondo della danza è spesso sinonimo di droga e omosessualità, e lo sconforto per non essere all’altezza del ruolo richiesto è sempre in agguato…

(dal numero 41 di Sailor Moon)

Personaggi

Masumi Hijiri

Masumi Hijiri, personaggio del manga Swan
Masumi Hijiri

Alla veneranda età di 16 anni Masumi non ha mai partecipato ad una rappresentazione teatrale e tanto meno ad un concorso di danza. Cresciuta nel lontano Hokkaido ha frequentato la locale scuola di danza, con dedizione certo, ma non all’altezza delle scuole più prestigiose. Di conseguenza il modo di ballare di Masumi presenta numerosi deficit in tecnica, ma la nostra protagonista possiede una grazie e quel stupefacente talento in grado di catturare chi la guarda…

Sayoko Kyogoku

Sayoko Kyogoku, personaggio del manga Swan
Sayoko Kyogoku

Ballerina dall’età di 3 anni, Sayoko è la giovane promessa della danza giapponese e si è già fatta notare in campo internazionale, tanto da ottenere il ruolo di prima ballerina in uno spettacolo in Russia e la possibilità di competere per lo stesso ruolo nel Bolshoi. Un tragico infortunio le spezzerà la carriera e per lei non sarà facile rinunciare per sempre alla danza, né, tanto meno, cedere il suo posto a Masumi…

Hisho Kasakabe

Hisho Kasakabe, personaggio del manga Swan
Hisho Kasakabe

È il miglior ballerino del Giappone e ha già vinto diversi concorsi a livello nazionale. Proprio per questa sua bravura balla spesso in coppia con Sayoko e con lei si trasferisce in Russia, ma in realtà Hisho è innamorato di Masumi e, nonostante sia sempre gentile con lei, non sa bene come dimostrarglielo…

Aoi Yanagisawa

Aoi Yanagisawa, personaggio del manga Swan
Aoi Yanagisawa

È un ballerino molto dotato e per questo il principale rivale di Hisho. Quando perde contro di lui la possibilità di trasferirsi in Russia, Aoi prende la decisione di andare comunque a studiare in Europa, in Germania per la precisione. Anche lui ha una cotta per Masumi.

Alexei Sergeiev

Alexei Sergeiev, personaggio del manga Swan
Alexei Sergeiev

Ballerino russo del Bolshoi di fama internazionale, è anche un istruttore famoso. Arruolato come istruttore nel Japan Ballet, usa la sua influenza per far ammettere Masumi nel programma nonostante lei avesse fallito la seconda prova di qualificazione.

Larissa Maximova

Larissa Maximova, personaggio del manga Swan
Larissa Maximova

Ballerina prodigio e promessa della danza russa è stata la prima allieva di Sergeiev. Dotata davvero di uno straordinario talento per la sua giovane età, è molto risentita per tutta l’attenzione che la delegazione giapponese sta attirando, sia da parte del Bolshoi, sia da parte di Sergeiev, che ha abbandonato la Russia per insegnare nel paese del Sol Levante.

Opinioni

A cura di Nymeria

Storia: 8
Originalità: 8
Disegni: 7

Universalmente riconosciuto come uno dei migliori manga mai scritti sulla danza classica, grazie all’accuratezza dei disegni e dei dettagli del balletto, Swan si presenta come un’opera piacevole, ma caratterizzata da alcune debolezze…

Dal punto di vista grafico, i disegni della Ariyoshi rispecchiano pienamente i canoni di quel tempo: abbiamo dunque figure longilinee e aggraziate, volti espressivi caratterizzati da occhi grandi e chiome fluenti, layout irregolare e dinamico spesso caratterizzato da sfondi floreali atti a meglio esprimere i sentimenti dei protagonisti. Tuttavia però non sempre i disegni sono puliti e perfettamente curati, in un andamento un po’ altalenante che contrasta con altre tavole davvero di pregevole fattura.

La storia di Swan parla di sacrificio e di dolore, di una passione che può dare tanto ma che può anche togliere tanto, in una struttura che abbiamo già visto in altri shoujo sportivi dell’epoca come per esempio Jenny la tennista. A differenza però di quest’ultimo, Swan talvolta ha la tendenza di cadere nel melodrammatico, fruttando altri temi cari allo shoujo classico come incidenti drammatici, amori contrastati o parentele dubbie.

Dal punto di vista narrativo si potrebbe notare una certa ripetitività nei volumi, in quanto ogni tankobon presenta una nuova sfida, quindi la preparazione, la difficoltà di interpretare il personaggio e il balletto, ma credo che in un manga del genere una simile struttura narrativa sia inevitabile e, una volta che ci si è fatta l’abitudine, le note che spiegano i diversi balletti classici con le loro difficoltà diventano davvero interessanti.

Concludendo, se si accettano le sue debolezze, figlie dell’epoca in cui questo classico è stato scritto, Swan rimane un’opera pregevole e apprezzabile (si spera) da un’ampia fascia di pubblico grazie ai disegni accattivanti e alla storia intensa e particolare.

Edizione Giapponese

Titolo originale: Swan
Titolo Kanji: SWAN −白鳥−
Anno: 1976 – 1981
Casa Editrice: Shueisha
Rivista di serializzazione: Margaret
Stato: Concluso, 21 volumi

Volumi Giapponesi


Credits

Fonte consultata: Kyouko Ariyoshi, Swan, Shueisha, 1976 – 1981

0 Commenti

Scrivi un commento, facci sapere la tua opinione 🙂

XHTML: Puoi usare i seguenti tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>