Manga

Yume no Shizuku, Ougon no Torikago

Tempo di lettura: 5 minuti
Yume no Shizuku, Ougon no Torikago di Chie Shinohara, recensione di Shoujo Love

Autore: Chie Shinohara
Target: Josei
Genere: Drama, Harem, Historical, Mature, Romance, Smut
Serie Collegate: Nessuna
Riconoscimenti: Nessuno
Adattamenti: Nessuno
Inedito in Italia 🇯🇵
Rating: 💛 Per un pubblico maturo
Voto: 8

Trama

Alexandra, detta Sasha, vive in un piccolo villaggio dove crede che rimarrà per sempre, finché una notte i tartari distruggono il villaggio e rapiscono le ragazze per venderle come schiave e tra queste c’è anche Alexandra. Dopo un lungo viaggio arrivano in una città e vengono riunite insieme ad altre schiave tra cui Elizaveta, una schiava che è stata venduta dalla sua famiglia e sogna di diventare una donna ricca. Alexandra prova a scappare ma Elizaveta dà l’allarme per non avere problemi con i mercanti. Mentre degli uomini cercano di violentarla, la ragazza viene salvata da un uomo, Mateus Lascaris, che la riporta ai mercanti. Dopo un altro viaggio in nave le ragazze arrivano al mercato degli schiavi dove Elizaveta viene venduta ad un uomo di pelle scura e Alexandra viene venduta a Mateus. Lui le dice che le darà l’educazione e la conoscenza in modo da poter controllare il suo destino e permetterle di fare le scelte giuste. Mateus le mette a disposizione i migliori insegnanti che istruiscono Sasha in molte cose: la danza, la recitazione, il canto, la poesia, le lingue e tutto ciò che riguarda la sfera del sapere e in breve Alexandra riesce ad imparare tutto il necessario per poter ambire alla libertà. Mateus, quindi, decide di donare Alexandra all’harem del sultano dell’impero ottomano, Suleiman, e le rivela che l’ha educata con solo questo scopo ma nel fare questo le fa due doni: il primo è una gabbia per ricordarle che la sua libertà dipende solo da lei e il secondo un nuovo nome: Hurrem.

Kago Suleiman, protagonista del manga Ougon no Torikago
Kago Suleiman, protagonista del manga Ougon no Torikago

Hurrem viene portata ad Istanbul, capitale dell’impero ottomano. Nel palazzo viene a conoscenza del vero nome di Mateus ovvero Pargali Ibrahim Pasha, capo della servitù e migliore amico del sovrano, incontra il sultano Suleiman ed entra nell’harem imperiale. Durante il primo bagno con le altre concubine Hurrem scopre che nell’harem c’è anche Elizaveta che ora si chiama Noor Jahan ed è diventata la preferita del sultano. Presto la giovane si rende conto di cosa sia davvero l’harem: tutte le concubine sono rivali e in gara per ottenere i favori del sultano e avere un figlio da lui, così ottenere il potere a palazzo.

Qualche giorno dopo Hurrem viene esaminata dalla madre del sultano dove conosce la prima favorita del re: Mahidevran chiamata Gulbahar e il primo principe Mustafà. Poiché Hurrem era stata donata da Ibrahim viene chiamata dal sovrano in poco tempo suscitando non poche gelosie e scopre che qualcuno cerca di avvelenarla. Qualche giorno dopo Noor Jahan annuncia di aspettare un figlio dal sultano ma quella stessa notte Hurrem viene chiamata fuori dall’harem con una missiva e, nascosta nell’ombra vede impotente Noor Jahan catturata dagli eunuchi, legata e gettata nel fiume e il tutto ordinato da Gulbahar, la prima moglie del sultano… Riuscirà Hurrem ad uscire da questa gabbia dorata? E cosa ne sarà dell’amore per Ibrahim?

In questo nuovo ed emozionante lavoro di Chie Shinohara viene narrata la storia di una donna che un giorno sarà conosciuta come l’imperatrice ottomana Roxelana.

Personaggi

Alexandra/Hurrem

Alexandra/Hurrem, protagonista del manga Ougon no Torikago
Alexandra/Hurrem

Alexandra è la protagonista della storia. È ragazza ucraina cresciuta in un villaggio povero, rapita e venduta come schiava a Pargali Ibrahim Pasha. In seguito diventa la concubina Hurrem. Alexandra è una ragazza bella, umile e con un grande desiderio di conoscenza.

Mateus Lascaris/Pargali Ibrahim Pasha

Mateus Lascaris/Pargali Ibrahim Pasha, protagonista del manga Ougon no Torikago
Mateus Lascaris/Pargali Ibrahim Pasha

Inizialmente si presenta come un mercante greco. In realtà il suo vero nome è Pargali Ibrahim Pasha. Ibrahim ha raggiunto il suo status solo con le sue abilità e il suo sapere. Compra Alexandra e le promette la vera libertà dandole un’istruzione e donandola all’harem del sultano.

Kago Suleiman

Kago Suleiman, protagonista del manga Ougon no Torikago
Kago Suleiman

È il sovrano dell’impero ottomano. Conosciuto nella storia come il decimo e più celebre sultano ottomano chiamato “Il magnifico”. Uomo bello, intelligente, colto e ambizioso apprezza molto Ibrahim e si fida ciecamente di lui.

Elizaveta/Noor Jahan

Elizaveta/Noor Jahan, protagonista del manga Ougon no Torikago
Elizaveta/Noor Jahan

Schiava che era stata venduta dai suoi familiari e sognava di vivere nel lusso. In seguito Sasha la incontra di nuovo nell’harem come la concubina Noor Jahan.

Hafta Hatoon

Hafta Hatoon, protagonista del manga Ougon no Torikago
Hafta Hatoon

È la madre del sultano e la figura femminile più potente a palazzo. Donna fredda e calcolatrice.

Mahidevran/Gulbahar

Mahidevran/Gulbahar, protagonista del manga Ougon no Torikago
Mahidevran/Gulbahar

È la madre del primo principe e soprannominata Gulbahar. La donna gentile ed educata si rivela essere la vera nemica di Hurrem nell’harem. Controlla gli eunuchi e fa eliminare tutte le concubine che aspettano un figlio dal sultano. Suo figlio si chiama Mustafà.

Opinioni

A cura di Serenella

Storia: 8
Originalità: 7
Disegni: 8

Il titolo di per sé è già un indizio sul significato dell’opera “gocce di sogni, gabbia dorata”: le gocce di sogni rappresentano i desideri di Alexandra, mentre la gabbia dorata è l’harem nella quale è prigioniera e dalla quale si esce solo da morte. Nel corso della storia vengono spiegati e discussi alcuni temi che ancora oggi, in alcuni paesi, sono discussi e che dovrebbero essere ormai superati, ma che all’epoca erano appena abbozzati e contrastati: il significato e l’importanza della conoscenza, la possibilità di controllare il proprio destino, la schiavitù, la stratificazione sociale, la libertà non solo fisica ma mentale e la donna, vista come una figura puramente decorativa (Suleiman e Ibrahim le chiamano fiori) e come mezzo per la procreazione, la donna che inizia ad affacciarsi al mondo degli affari e ad interessarsi della vita di stato.

La storia narra la vita di Alexandra, diventata concubina Hurrem e in seguito conosciuta come l’imperatrice ottomana Roxelana. Nonostante Sasha sia la protagonista, la trama si allarga a macchia d’olio inserendo le vicissitudini di molti personaggi importanti dell’epoca. I personaggi sono caratterizzati abbastanza bene: Sasha da ragazza povera e ignorante comincia a camminare sulla strada che la condurrà a diventare una figura importante nell’impero, figura protagonista ma umile e con la sola pretesa di rimanere al fianco di Ibrahim e per compiacerlo si ritrova a dover lottare con le altre concubine, soprattutto con la madre del primo principe, per le attenzioni del sovrano; Ibrahim, che inizialmente viene visto come mentore e guardiano di Sasha, comincia a mostrare la sua facciata più fragile, da uomo innamorato, amico e servo fedele le cui figure cominciano a contrastare per la nascita di un sentimento d’amore per Hurrem che diventa “l’oggetto proibito”; Suleiman, che sembrava un sovrano annoiato si mostra ambizioso e intelligente deciso a tutto per allargare i suoi territori mostrando il carattere del vero conquistatore, uomo che per le concubine simboleggia un dio che con un gesto può decidere della loro vita o della loro morte. I personaggi maturano gradualmente durante le vicende e intrattengono rapporti più o meno forti con la protagonista.

Lo stile grafico della Shinohara mi piace molto e lo apprezzo ancora di più in quest’opera. La mangaka ha studiato lo stile dell’epoca per rappresentare bene gli abiti, i gioielli, i paesaggi e tutti i piccoli dettagli che rappresentano un’epoca antica come quella dell’impero ottomano, basti guardare l’illustrazione di Istanbul.

Edizione Giapponese

Titolo originale: Yume no Shizuku, Ougon no Torikago
Titolo Kanji: 夢の雫、黄金の鳥籠
Anno: 2010 –
Casa Editrice: Shogakukan
Rivista di serializzazione: Anekei Petit Comic
Stato: In corso, 13 volumi

Volumi Giapponesi


Credits

Fonte consultata: Chie Shinohara, Yume no Shizuku, Ougon no Torikago – Vol. 1, Shogakukan, 2010

Summary
Article Name
Yume no Shizuku, Ougon no Torikago
Description
La recensione del manga Yume no Shizuku, Ougon no Torikago di Chie Shinohara con trama, personaggi, opinioni e info edizione giapponese.
Author
Publisher Name
Shoujo Love
Publisher Logo

0 Commenti

Scrivi un commento, facci sapere la tua opinione 🙂

XHTML: Puoi usare i seguenti tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>