Mangaka

Ai Morinaga

Tempo di lettura: 3 minuti

Nome e Cognome: Ai Morinaga

Data di nascita: 20/04/1981 – 02/08/2019 (decesso)

Segno Zodiacale: Ariete

Gruppo Sanguigno: 0

Sesso: Femmina

Località: Prefettura di Okayama, Giappone

Indice dei contenuti

Biografia

Ai Morinaga è nata il 28 aprile nella prefettura di Okayama ed è diventata un’autrice molto apprezzata e popolare in Giappone. Fin dal suo debutto che risale al 1993 con la pubblicazione, su Asuka, della sua prima opera: 11 Nen-me no Megami (La dea dell’undicesimo anno); da allora pubblica diversi manga, quasi tutti lavorando con la Kadokawa Shoten o con la Kodansha.

Stile

Il punto forte delle storie di quest’autrice è la capacità di creare situazioni frizzanti, leggere e originali con un tocco di comicità, inserendo anche elementi fantasy o fiabeschi. Chi adora le storie comico-demenziali, dove però il sentimento non manca, non può che sostenere quest’autrice. Una particolarità delle sue opere è che, pur essendo degli shoujo, nella maggior parte dei casi, il protagonista è maschile, per cui si allontana dalla classiche commedie dove si vede l’amore farne da padrone, qui invece ci sono la comicità e le gag.
Il tratto invece è curato e pulito; sia i particolari che i personaggi sono molto piacevoli da guardare inoltre grazie al suo stile tondeggiante le amanti degli shoujo moderni non potranno che amarlo!

Opere

  • 11 Nen-me no Megami (1993)
  • Yamada Taro monogatari (1996): composto da 14 volumi, è il primo vero successo della Morinaga e narra la storia di Taro che frequenta una prestigiosa scuola e nonostante sia popolare per la sua bellezza e dolcezza nasconde un segreto: proviene da una famiglia povera e le cose si complicheranno quando una ragazza si prenderà una bella cotta per lui e finirà per scoprire la verità…
  • Emiri ni Omakase (1999): pubblicato dalla Kadokawa Shoten e composto da un unico volume.
  • Strawberry-chan no Karei na Seikatsu (1999): composto da un volume. Narra la storia di una rana maltrattata dal suo padrone.
  • Ahiru No Oujisama (2001): pubblicato dalla Kadokawa, è composto da 6 volumi. In Italia è conosciuto con il titolo Il Principe Papero. La storia ricorda tanto il brutto anatroccolo infatti il protagonista non è un ragazzo di bel aspetto ma un giorno di trasformerà in un bellissimo ragazzo e cercherà di far innamorare la ragazza che ama da tempo .
  • Boku to Kanojo no XXX (2002): pubblicato dalla Mag Garden, è composto da 8 volumi (più un volume extra, inedito in Italia). Nanako Momoi è tutto l’opposto della classica ragazza femminile e tranquilla, al contrario invece c’è Akira Uehara, un ragazzo molto femminile, innamorato però di Nanako. Un giorno il nonno di Nanako stava facendo un esperimento, in quel momento erano presenti sia Akira che Nanako e per un avvenimento strano… si sono scambiati i corpi! .
  • Gokuraku Seishun Hockey Bu (2002): composto da 14 volumi e pubblicato dalla Kodansha. Hana viene costretta a entrare nel club di hockey pur non avendo mai giocato prima, per poter ripagare il danno fatto alla costosa macchina del suo senpai .
  • Maniattemasu! (2004): Composto da 2 volumi pubblicati dalla Kadokawa Shoten. La protagonista, Homare, si vede costretta ad andare a lavorare come cameriera nella casa dei creditori dei genitori, che purtroppo a causa degli enormi debiti hanno dovuto cedere proprio la figlia. La famiglia dove lavora è composta dal padre, tre bellissimi fratelli e una gatta .
  • Strawberry-chan na Choukarei na Seikatsu (2004): volume unico, sequel di Strawberry Chan no Karei na Seikatsu.
  • Engei Shounen (2010): volume autoconclusivo serializzato su Nakayoshi che vede protagonista un aspirante giardiniere.
  • Kirara no Hoshi (2010): 13 volumi pubblicati sulle pagine di Betsufure. La storia ruota attorno a una ragazza a caccia di talenti .
  • Nanpu (2014): volume unico realizzato per la Hakusensha.

Contatti

Sito web: Il blog di Ai Morinaga (sito in giapponese)


Credits:

Fonte consultata: Baka Manga Updates (sito in inglese)

0 Comments

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>