Mangaka

Machiko Satonaka

Tempo di lettura: 4 minuti

Nome e Cognome: Machiko Satonaka

Data di nascita: 24/01/1948

Segno Zodiacale: Acquario

Gruppo Sanguigno: ND

Sesso: Femmina

Località: Osaka, Giappone

Biografia

Machiko Satonaka è nata a Osaka il 24 Gennaio 1948 ed è del segno dell’acquario. Fin da bambina adorava disegnare, ed infatti passava le giornate a disegnare anziche giocare all’aperto. I suoi genitori la incoraggiarono appendendo alle pareti i suoi disegni, ma ciò nonostante quando lei decise di diventare mangaka, la sua famiglia e i suoi insegnanti cercarono di ostacolarla, perchè il mestiere di fumettista all’epoca era considerato un impiego di scarso rilievo. E fu proprio questa scarsa considerazione dei fumettisti che la spinse a intraprendere la carriera di mangaka: voleva dimostrare che il mestiere di fumettista era equiparabile a quello di un artista. è una delle autrici di fumetti più popolari in Giappone. Grande ammiratrice di Osamu Tezuka (del quale si dichiarò allieva e sostenitrice appassionata) e di Shotaro Ishinomori. Machiko Satonaka ha intrattenuto più di una generazione di lettrici, diventando un’esponente di rilievo all’interno degli shojo manga. Il debutto avviene prestissimo, a sedici anni, sulla rivista Shojo Friend, con Pya no shozo (ritratto di Pia) nel 1964, e l’anno dopo la Satonaka decide di abbandonare la scuola e di trasferirsi a Tokyo per iniziare la sua carriera di mangaka. Scelta che si è rivelata ottimale visto l’enorme successo che ha riscosso nel corso degli anni. Basti pensare che già con la sua opera di debutto, vinse il Kodansha New Manga Artist Award. Questo premio sarà solo il primo di una lunga serie di riconoscimenti. Nel 1974, infatti, con Ashita kagayaku (un brillante domani) si porterà a casa il premio Kodansha dedicato alla letteratura per l’infanzia e ancora nel 1982 vincerà il Kodansha Manga Award con Kariudo no seiza (la costellazione del cacciatore). Acclamata dalla critica e apprezzata dal pubblico, Machiko Satonaka si è vista adattare per il cinema e la televisione alcuni suoi fumetti tra cui Ashita kagayaku e Aries no otometachi (le vergini dell’ariete). Dagli esordi a oggi, l’autrice ha firmato più di 400 opere. Molti manga sono incentrati su raccolte di antiche poesie giapponesi e altri si sono occupati di straordinari ritratti femminili del mondo di oggi, storie nelle quali la Satonaka emerge grazie ai suoi accurati e toccanti profili psicologici.

Profonda conoscitrice di storia, cultura e arte occidentali, ha infatti tratto ispirazione per i suoi lavori più recenti dai grandi capolavori della letteratura, del teatro e dell’opera lirica (ad esempio Romeo & Giulietta o le opere di Giacomo Puccini) oppure dalle biografie di grandi personaggi. La Satonaka è molto famosa in Giappone, e infatti è spesso ospite di programmi TV. Machiko Satonaka affianca la carriera di disegnatrice a quella di promotrice nell’ambito dell’educazione e della cultura: in questa veste insegna presso l’Università di Osaka e ricopre l’incarico di direttrice della Japan Cartoonist Association, nonché membro della commissione giapponese dell’UNESCO. La Sataonaka è una gran lettrice di manga, e gli autori che maggiormente l’hanno influenzata sono stati Osamu Tezuka, Tetsuya Chiba, e Shotaro Ishinomori.
Non può praticare sport, ma le piace seguirlo.

Stile

Fin dall’età di 16 anni questa grande mangaka realizza shojo manga, alcuni dei quali hanno vinto diversi premi e realizzare più di 400 opere nel corso degli anni (certo alcune belle altre meno, altre importanti alcune no) l’hanno consacrata come la regina degli shojo manga. La sua bravura è evidente, basta vedere poche tavole per rendersene conto, anche nel suo stile fedele agli anni ’60 sia ad allora come oggi, riscuote moltissimo successo. Nella maggior parte delle sue opere ha avuto una particolare attenzione per storie ambientate nel passato, in particolar modo per la mitologia o storia antica. Come Riyoko Ikeda, anche la Satonaka è una grande ammiratrice di Tezuka e la sua influenza si nota negli occhi grandi dove ogni emozione è resa alla perfezione, i corpi stilizzati e una grandissima cura dei particolari e degli ambienti. Inoltre una particolarità, che si può notare in Cleopatra, è la frequente presenza dei primi piani nella maggior parte delle tavole e una cura minuziosa per quanto riguarda pettinature e abiti.

Opere

  • Pya no Shouzo (1964)
  • Nana to Lily (1967): miniserie in 2 volumi.
  • Ichiban Hoshi Mitsuketa (1968): volume unico.
  • Eriko (1969): composto da 2 volumi.
  • Lala Heart (1969): miniserie in 3 volumi.
  • Ai no Concerto (1970): volume unico.
  • Nijiro to Mari (1970): volume unico sulla danza classica.
  • Waga Ai no Kiroku (1971): volume unico pubblicato dalla Asahi e poi ristampato dalla Kodansha.
  • Ai no Hakajirushi (1971): serie in 2 volumi pubblicata dalla Kodansha.
  • Comic Tenshi (1971): altra serie in 2 volumi pubblicata dalla Kodansha.
  • Pinky Pink (1971): 2 volumi pubblicati su Nakayoshi.
  • Lady Ann (1971): composta da 5 volumi.
  • Hanayome Sensei (1972): 3 volumi.
  • Uminari ga Yamu Toki (1973): composta da 2 volumi.
  • Hatsukoi Jidai (1974): volume unico.
  • Hime ga Iku! (1974): altro volume unico.
  • Jun to Marie (1974): altro volume unico.
  • Ashita Kagayaku (1974): serie composta da 4 volumi.
  • Aries no Otometachi (1974): serie composta da 7 volumi e che gode di diverse riedizioni.
  • Kisetsufuu (1975): 2 volumi pubblicati sulla rivista Mimi.
  • Kaze no Yukue (1975): josei in 2 volumi.
  • Spotlight (1975): composta da 4 volumi.
  • Sasurai Mugiko (1976): miniserie in 2 volumi che vede protagonista una ragazza di campagna.
  • Apple March (1976): 2 volumi pubblicati su Nakayoshi.
  • Ai no Jidai (1976): 5 volumi.
  • Mini Mini Girl (1976): volume unico.
  • Cleopatra (1976): volume unico .
  • Plus Minus Daibakuhatsu (1977): volume unico.
  • Blue scorpio (1977): altro volume unico.
  • Asunaro Zaka (1977): composta da 9 volumi.
  • Mister Lady (1977): miniserie in 2 volumi.
  • Umi no Aurora (1978): serie in 8 volumi che vede protagonisti due amanti legati dal destino.
  • Akane Kumo (1978): miniserie in 3 volumi.
  • Kariudo no Seiza (1979): opera composta da 5 volumi che ha permesso alla Satonaka di vincere il Kodansha Manga Award.
  • The Star (1981): volume unico.
  • The Singer (1981): altro volume unico.
  • Olympia no Toki (1981): volume unico che parla di mitologia greca.
  • Boys (1983): seinen composto da 3 volumi.
  • Pandora (1984): serie in 3 volumi.
  • Tenjou no Niji (1984): josei storico composto da 23 volumi.
  • ABC Report (1985): volume unico.
  • Aijintachi (1985): serie in 5 volumi.
  • Aiko (1987): 2 volumi.
  • Airport Story (1990): volume unico.
  • Cinderella Husband (1990): altro volume unico.
  • Ashitai Onnatachi (1992): altro volume unico.
  • Yumeiro Kajitsu (1994): 2 volumi pubblicati dalla Kodansha.
  • Manga Meisaku Opera (2003): composto da 8 volumi.
  • Manga Kyuyaiko Seishu (2011): 3 volumi che raccontano l’antico testamento in versione manga.

Credits:

Fonte consultata: Machiko Satonaka, Cleopatra, Yamato Video, 2007, The Ultimate Manga Guide (sito in inglese), Visual Cultural Research in Art and Education (sito in inglese)

0 Comments

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>