Mangaka

Megumi Mizusawa

Tempo di lettura: 3 minuti

Nome e Cognome: Megumi Mizusawa

Data di nascita: 03/07/1963

Segno Zodiacale: Cancro

Gruppo Sanguigno: A

Sesso: Femmina

Località: Osaka, Giappone

Biografia

Megumi Mizusawa, pseudonimo di Atsuko Katou, nasce nella prefettura di Osaka il 3 luglio del 1963. Il suo gruppo sanguigno è di tipo A e il suo segno zodiacale è quello del cancro. Debutta nel 1979 con il racconto breve Kokoro ni sotto sasayaite, pubblicato su Ribbon, rivista della Sueisha, e da allora si afferma come una delle maggiori autrici della casa editrice, fino al suo passaggio alla Shogakukan nel 2014.

Ako Matsu, Yumiko Tabuchi e Hideko Tachikake sono le mangaka a cui l’autrice si è sempre ispirata, così anche lo stile della Mizusawa, come il loro, è stato definito “Otomechikku”: termine che nasce dall’incrocio di Otome (fanciulla) e Chikku (romantica) ed indica lo stile degli shoujo anni 70, basati essenzialmente su atmosfere dolci, di vita quotidiana, con protagoniste graziose ed ingenue.

Nel 1987 la Mizusawa si laurea in scienze della formazione presso la Waseda University, pur continuando a lavorare come mangaka.
Nel 1988 esce un LP (poi inciso nel 1992 su CD) intitolato “Sora Iro Melody”, che raccoglie una serie di canzoni i cui testi sono stati scritti dalla Mizusawa.
Nel 2000, ormai famosa per l’acclamatissimo Hime-chan no Ribbon, l’autrice passa alla rivista Cookie, sempre della Sueisha, ma indirizzata ad un pubblico più adulto.
Nonostante ciò, il suo stile rimane immutato, così come le atmosfere dolci e delicate, che continuano ad essere prive di ogni sorta di malizia.

La Mizusawa si è sposata con il regista e sceneggiatore Katsuo Naruse ed è madre di due figlie.
Tra le sue amicizie possiamo citare tre famose mangaka: Miho Obana, Ai Yazawa e Wataru Yoshizumi, la quale ha addirittura lavorato come assistente della Mizusawa, influenzando in parte il proprio stile grafico.
Oltre al disegno, la Mizusawa ha altre passioni, come il balletto classico, la chitarra e lo sport. Le sue mangaka preferite sono Rumiko Takahashi e Tachikake Hideko, mentre i manga che predilige sono “A little love story” di Mitsuhashi Chikako e “Nacchan no Hatsukoi” di Tachikake Hideko.

Stile

Tratto dolce e delicato, in perfetto stile anni 90, lo stile della sensei Mizusawa suscita tenerezza all’occhio dell’osservatore ed è perfetto per i temi d’amore e d’amicizia che sono trattati nelle sue storie. Sia i personaggi maschili che femminili presentano visi morbidi, nasi appena accennati, occhi e bocche grandi dietro ai quali si celano solitamente caratteri energici e positivi. Le corporature sono minute e snelle, ma mai spigolose, e le tavole sono ricche di gradevoli primi piani e figure a mezzo busto, disegnate con un tratto così leggero da sembrare inconsistenti. La cura nei dettagli è evidente, soprattutto nell’abbigliamento dei personaggi e nelle capigliature delle protagoniste femminili, lo stesso però non si può dire per gli sfondi, che non spiccano per accuratezza o per presenza. Nonostante ciò, lo stile della Mezusawa è una gioia per gli occhi degli appassionati dello shoujo classico.

Opere

  • Kokoro ni sotto sasayaite (1979)
  • Gogatsu no Ochakai (1981)
  • Kimagure na Yokan (1984)
  • Nemuri – Hime no Eve (1985)
  • Ponytail Hakusho (1986): è la prima opera ad essere raccolta in volumi della Mizusawa, ed è composta da 5 volumi.
  • Sora Iro no Melody (1987): shoujo composto da 5 volumi, vede protagonista Melody, che si trasferisce dagli zii dopo la morte dei suoi genitori.
  • Charm (1989): commedia scolastica composta da 3 volumi, vede protagonisti quattro amici.
  • Hime-chan no Ribbon (1990): serie in 10 volumi, vede protagonista Himeko che incontra la principessa del regno della magia…
  • Oshaberina jikanwari (1994): miniserie in 2 volumi .
  • Naisho no princess (1995): composto da 4 volumi.
  • Toe shoes (1997): 5 volumi, ambientati nel mondo della danza classica.
  • Caramel diary (1999): volume unico.
  • Glass no mukoo ni hanataba o (2000): altro volume unico.
  • Ohana Moyou no One Piece (2002): volume unico .
  • Kamisama no orgel (2003): è la prima opera della Mizusawa ad essere pubblicata su Cookie (quindi rivolta ad un pubblico più maturo) ed è costituita da 3 volumi, vede protagonista una studentessa universitaria che rimane incinta.
  • Kirakira 100% (2003): serie composta da 9 volumi che vede protagonista Miku, una ragazza insicura e scialba, almeno finché…
  • Piyo Piyo Tenshi (2003): serie di cui è stato pubblicato solo un volume.
  • Orenji Kakumei (2004): volume unico.
  • Daisuki! (2007): volume unico.
  • Osanpo no Jikan (2007): altro volume unico.
  • 3-gatsu no Dai-2 Botan (2010): raccolta di storie brevi.
  • Tera Girl (2011): miniserie in 3 volumi che racconta di tre sorelle che vivono in un santuario .
  • Toko-san ni wa Himitsu ga Aru (2014): è il primo josei della Mizusawa, e anche il suo primo manga pubblicato dalla Shogakukan. È un volume unico.
  • Hinako-san no Riyu Ari na Hibi (2014): 6 volumi che vedono protagonista una giovane nonna.
  • Magical Dream Kirapichi 5 (2015): è un majokko pubblicato dalla Gekkan Publishing.
  • Kimi no te ga tsumugu (2019)

0 Commenti

Scrivi un commento, facci sapere la tua opinione 🙂

XHTML: Puoi usare i seguenti tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>