Mangaka

You Higuri

Tempo di lettura: 2 minuti

Nome e Cognome: You Higuri

Data di nascita: 16 Ottobre

Segno Zodiacale: Bilancia

Gruppo Sanguigno: A

Sesso: Femmina

Località: Osaka, Giappone

Indice dei contenuti

Biografia

You Higuri ha coltivato fin da piccola la passione per il disegno. Dopo aver realizzato alcuni doujinshi, ha debuttato ufficialmente nel 1993 con il fumetto che poi ha avuto molto successo: Seimaden. In poco meno di 10 anni si sia cimentata con molti manga, solitamente di pochi volumi, e diverse case editrici (fra cui la Kadokawa Shoten e l’Akita Shoten) ha trovato anche il tempo per illustrare magnificamente anche parecchi romanzi.

Ha sempre adorato disegnare fin da bambina, e le piacciono molto le storie ambientate in occidente e i suoi pittori preferiti sono Mucha e Klimt. Possiede tre stupendi cagnolini: Papi, Maron e Wisley, tutti di razza Papillon.

Stile

Il suo stile si distingue particolarmente nelle illustrazioni, raffinate e curatissime, molte delle quali raccolte nel meraviglioso artbook Poison. Questa mangaka riesce però molto bene anche come illustratrice e i suoi lavori a colori sono davvero piacevoli, raffinati e pieni di particolari. Le piacciono molto le storie ambientate in occidente caratteristica che rende ancora piu’ affascinanti i suoi manga. I temi più ricorrenti nei suoi lavori sono: gli angeli (soprattutto decaduti), i demoni, i rapporti omosessuali più o meno velati e predilige ambientazioni fantasy/medioevali soprattutto , come gia detto,di stampo occidentale.

Opere

  • Seimaden (1993): l’opera con cui la mangaka ha debuttato e che le ha regalato molto successo .
  • Sento no Hishin (1994): uno shoujo avvincente, dallo stampo thriller.
  • Lost Angel – Shitsuraku Tenshi (1995): racconta la storia d’amore fra un giovane che frequenta una scuola cattolica e un angelo decaduto.
  • Ludwig II (1996): 3 tankobon che raccontano della vita di Ludwig II Re di Baviera e cugino dell’Imperatrice Sissi, da un’angolazione shounen-ai.
  • Ramen Ikaga?! (1997): volume unico pubblicato su Asuka.
  • Kamen no Romanesque (1997): volume unico tratto da uno spettacolo del teatro Tarakazuka.
  • Zeus (1997): raccolto in 2 volumetti.
  • Zoku – Cutlass (1999): raccolto in 2 volumetti. Un fantasy ambientato fra i pirati.
  • Shinkyoku (1998): narra la storia del re delle tenebre, Lucifero, che rivive in Germania durante il dominio di Hitler.
  • Gorgeous Carat (1999): un thriller shoonen-ai ambientato nella Francia del XIX secolo raccolto in 4 numeri. Esiste anche un quinto volume Gorgeous Carat Galaxy (edito in Italia).
  • Tenshi no Bara no Hanataba wo (2000): 2 volumi.
  • Tenshi no Hitsugi – Ave Maria (2000): volumetto unico che racconta di due uomini (dei quali uno è un demone) che lottano per l’amore di una donna.
  • Flower (2001): shoujo scolastico, diversamente dai temi più forti che sono presenti nelle opere di You Higuri.
  • Cantarella (2002): 12 tankobon. Questa volta la storia racconta delle vicende di Cesare Borgia, ovviamente condita da tutti gli ingredienti cari alla nostra mangaka, inclusi… i demoni .
  • Gakuen Heaven (2004): volume unico yaoi, di cui in seguito la mangaka scrive altri due volumi extra.
  • Crown (2005) shoujo concluso e composto da 6 volumi, di cui la Higuri si è occupata solo dei disegni.
  • Night Head Genesis (2007): horror di 3 volumi, pubblicato dalla Kodansha.
  • Gorgeous Carat: La Esperanza – Kibou no Seibo (2009): 2 volumi.
  • 12 Nin no Yasashii Koroshiya -Leo Murder Case (2009): 2 volumi realizzati per la Mag Garden
  • Babylonia no Shishi (2010): shoujo storico costituito da 4 volumi.
  • Princess Ledalia (2013): 5 volumi che vedono protagonista un’affascinante piratessa.

Contatti

Twitter: Account Twitter di You Higuri (account in giapponese)


Credits:

Co-Autore: Alla stesura dei testi di questo articolo ha collaborato Nymhrel.

Fonte consultata: NekoBonBon

Immagini: NekoBonBon

0 Comments

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>